Furto nella notte da chef Cannavacciuolo: ecco cosa hanno portato via i ladri

I ladri hanno pensato ben di rapinare il ristorante torinese del celebre chef stellato Antonino Cannavacciuolo. Quello che hanno rubato ha dell’inctedibile!

Antonino Cannavacciuolo parmigiana di melanzane ricetta segreta
Antonino Cannavacciuolo (Foto @antoninochef Instagram)

GLI ARTTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Nella notte tra lunedì e martedì scorso (26-27 settembre) i ladri hanno deciso di svaligiare il locale di chef Cannavacciuolo a Torino portando via però una refurtiva alquanto “bizzarra”.

La segnalazione del furto è stata comunicata direttamente dal personale di sala la mattina del 27 settembre non appena hanno aperto le porte del locale visibilmente messo sotto sopra da ladri in fuga.

Ne ha dato comunicazione immediatamente l’Ansa e subito dopo sono seguiti tutti i principali organi di stampa nazionale, da Repubblica, Il Corriere fino a La Stampa.

Antonino Cannavacciuolo è tra gli chef italiani più amati di sempre, volto noto e giudice di “Masterchef ” e “Antonino Chef Academy”, e proprio per questo questo gesto ignobile ha rammaricato ancora di più tutti quelli che da anni seguono le sue avventure lavorative in cucina ed in tv.

Ma che cosa hanno rubato nello specifico da far così insospettire la Questura del Commissariato di Borgo Po? Vediamolo subito.

Cannavacciuolo, furto studiato a tavolino. Indagini in corso

Il quotidiano di via Solferino ha spiegato che i ladri (al momento ancora non individuati nonostante le telecamere del locale) sono entrati dal vetro della porta finestra che si affaccia sul cortile del locale, ovvero il il Bistrot Cannavacciuolo di via Umberto Cosmo a Torino.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Antonino Cannavacciuolo (@antoninochef) 

Vedendo che in sala non c’era nulla da poter portare via, hanno pensato bene di dirigersi poi verso gli uffici, le cui finestre si affacciano proprio sulla chiesa della Gran Madre, in pieno centro città.

Qui hanno preso 7 tablet, uno smartphone e due computer, 4 bottiglie di Champagne, circa 20 euro in monete e dei file della contabilità.

Proprio quest’ultimo elemento (ovvero i file) hanno messo in allarme i Polizzotti che stanno indagando sul furto. Che cosa potrebbero mai significare per loro questi documenti?

Come segnala infine l’Ansa, “sono in corso degli accertamenti su alcune fotocopie di documenti d’identità ritrovate sul posto”.

Non ci è però dato sapere a che cosa fa riferimento questa specifica. In ogni caso però non è da escludere che possano appartenere ai ladri e che le abbiano perse durate la fuga (ma sarebbero stati così poco avveduti? Ndr).

Ladri in azione Bistrot Torino Cannavacciuolo
Ladri in azione (Pinterest)

In ogni caso sono in corso tutti gli accertamenti di rito da parte delle Autorità competenti che si stanno occupando anche della visione dei filmati delle videocamere di sorveglianza presenti nel locale.