Gallette di riso ritirate dai supermercati, interviene il Ministero

Nuovo allarme alimentare del Ministero che ha ritirato dagli scaffali dei supermercati Carrefour diverse confezioni di gallette bio. Vediamo il motivo ed i lotti bloccati. 

Gallette: le migliori
Gallette (Pinterest @non sprecare)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Nei giorni scorsi sono stati sequestrati diversi lotti di alimenti a largo consumo per la presenza di Listeria monocytogenes, Salmonella, Escherichia coli e Campylobacter, di cui noi di CheCucino vi abbiamo dato abbondantemente notizia.

Stavolta però sotto la lente del Ministero sono finiti diversi lotti di gallette bio del marchio Carrefour per rischio microbiologico.

Il Ministero invita i consumatori che hanno acquistato le confezioni incriminate a non consumare il prodotto e di riportarle nel punto vendita per sostituzione o rimborso.

Si può anche contattare il numero verde 800650650 per maggiori informazioni a riguardo.

Vediamo subito di che cosa si tratta e a cosa i consumatori devono stare attenti!

Gallette di riso Carrefour bio ritirate dal supermercato: lotti nel mirino

Nella nota in Gazzetta si legge che sono state ritirate dagli scaffali dei supermercati Carrefour le confezioni da 200g di gallette di riso giganti a marchio Carrefour bio “per possibile presenza di micotossine“. I lotti nel mirino sono R22159A e R22160A con scadenza 9-10/6/2023.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Nella nota però si spiega che “solo un consumo di grande quantità di alimenti contenenti micotossine può condurre a problemi di salute”.

Quindi nessun allarmismo estremo per chi le ha già mangiate!

Il nome del produttore è Continental Bakeries-Granco Sa, con sede a Enghien in Belgio, mentre il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato è GS Spa.

Nella pubblicazione ministeriale non è indicato se si tratta di aflatossine o ocratossine, ma in ogni caso (le micotossine) se ingerite possono causare gravi danni per la salute umana.

Le quattro aflatossine principali sono la B1, B2, G1, e Ged un’intossicazione cronica che può causare cancro, immunosoppressione, mutazioni e malformazioni fetali. Le aflatossine attaccano il DNA e le proteine del nucleo, determinando gravi alterazioni, mutazioni e perdita di funzionalità.

Invece l’ocratossina è in grado di inibire la sintesi proteica, con una apprezzabile attività immunosoppressiva, soprattutto la variante A si accumula nel rene e può dare nefrotossicità.

In ogni caso le micotossine generalmente provocano alterazioni cellulari, interferiscono con il metabolismo e sono mutagene e cancerogene (es. epatocarcinoma).

Addetto controllo qualità
Addetto controllo qualità (Foto di hedgehog94 AdobeStock)

I consumatori come ogni volta sono invitati a non consumare il prodotto se già presente in casa e di consegnarlo nel punto vendita più vicino per il cambio merce immediato anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge nazionale.