Gambero Rosso guida alle migliori pizzerie d’Italia 2023, premiate le migliori realtà del Made in Italy

Compie 10 anni la guida del Gambero Rosso che premia le migliori realtà del Bel Paese, sul podio grandi nomi ma anche pizzerie sconosciute portate alla ribalta.

Guida migliori Pizzerie d'Italia 2023 Gambero Rosso
Pizzerie d’Italia 2023 Gambero Rosso (Foto @gamberorosso.it)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

A luglio 2013 quando è uscita la prima guida sulle migliori pizzerie d’Italia a firma del Gambero Rosso la pubblicazione non ha riscosso tutto l’entusiasmo che i suoi curatori avevano sperato.

L’attività del pizzaiolo era ancora vista all’epoca come qualcosa di seconda scelta e un’attività sottopagata poco gratificante rispetto invece la più remunerativa e regale presenza in cucina come chef.

Ora per fortuna le cose sono cambiate drasticamente, l’arte del pizzaiolo napoletano è stata riconosciuta nel 2017 come bene Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità Unesco e anche le paghe sono enormemente cambiate anche in ragione del ruolo ricoperto sempre più ambito.

Dieci anni dopo come stanno le cose, chi occupa il podio? Nel 2013 la vittoria con il massimo punteggio è stata attribuita a 25 pizzerie al piatto e 5 pizzerie al taglio. Oggi invece? Vediamo subito la classificale finale.

Dieci anni di guida Pizzerie d’Italia firmata Gambero Rosso

La guida è arrivata in libreria, edicole e online (euro 8,90 e 486 pagine) a inizio settembre 2022 e vede in classifica finale sul podio 96 pizzerie al piatto e 12 pizzerie al taglio. Numeri ben diversi rispetto solo a dieci anni prima!

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gambero Rosso (@gambero_rosso)

96 pizzerie nella categoria ‘Tre Spicchi’ (cioè locali che propongono pizza al piatto e hanno raggiunto o superato un punteggio di 90) mentre 12 quelle ‘Tre Rotelle’ (cioè il massimo del punteggio per le pizzerie al taglio, ma pur sempre oltre il 90).

Renato BoscoFrancesco MartucciSimone Padoan e Franco Pepe. Questi i nomi dei vincitori che hanno vinto la categoria ‘Tre Spicchi’ con 96 punti su 100 ciascuno.

‘Tre Rotelle’, invece, sono state invece date a Pizzarium a Roma e Saporè Pizza Bakery entrambe con 95 punti.

Tant invece i premi speciali dati a pizzerie innovative, rispettose delle materie prime e dei tempi che corrono e vogliono l’innovazione unita al rispetto dell’ambiente. Per vedere tutti i nomi premiati vi lasciamo il seguente link.

I giudici hanno esaminato ben 700 pizzerie nel Bel Paese (che sono presenti nella guida con scheda dettagliata), anche se si trova inserita anche un’appendice delle migliori pizzerie italiane nel mondo (più di 50).

A fare la differenza oggi è la consapevolezza del valore del prodotto. Un prodotto “semplice”, sul quale, però, al pari del pane, vale la pena investire. Dagli ingredienti base (farina, olio, mozzarella, pomodoro) alle tecniche di lavorazione (…)“. Si legge nella parte introduttiva della guida.

Campionati Mondiali Pizza Parma aprile 2022 aumenta numero donne iscritte
Pizzaiola (Foto di AntonioDiaz AdobeStock)

Pizza e ristorazione gourmet sono una simbiosi vincente che gli amanti della pizza non possono escludere ogni volta che si accingono a mettere in bocca uno spicchio dell’amato prodotto.