Gastroenterite del viaggiatore, quali cibi assumere per sentirsi meglio

Tra le patologie estive non si possono non nominare quelle a carico dell’apparato digerente, quali sono i cibi indicati da consumare in queste situazioni?

Gastroenterite come alleviarla col cibo
Gastroenterite (Foto di Kat Jayne da Pexels)

Le gastroenteriti, conosciute anche come “diarrea del viaggiatore”, sono alcune delle sintomatologie più diffuse durante l’estate a causa di batteri patogeni con cui si viene in contatto proprio nelle località di villeggiatura.

Responsabile di tale situazione la scarsa igiene del posto, oppure le minori avvertenze che prestiamo proprio per via della maggior rilassatezza in cui ci si trova, ma anche l’alimentazione diversa a cui siamo abituati gioca un forte ruolo in tutto questo.

Cosa si intende per gastroenterite? Si tratta di una malattia infiammatoria dell’apparato gastrointestinale provocata principalmente dalla vicinanza con batteri come Rotavirus, ma anche Campylobacter, Shigella ed Escherichia coli.

Questo stato di malessere può anche essere trattato e alleviato con l’ausilio di alcuni cibi, capiamo quali sono.

La prevenzione della gastroenterite passa anche dal cibo

Una dieta sregolata oppure il consumo di acqua o alimenti contaminati, possono portare a disturbi del tratto intestinale e costringere a trascorrere spiacevoli momenti soprattutto se si è in vacanza.

Gastroenterite come alleviarla col cibo
Frutta fresca (Foto di Jill Burrow da Pexels)

I principali sintomi sono diarrea, nausea forte, vomito, crampi addominali, febbre e spossatezza. In caso di gastroenteriti batteriche si dovranno assumere antibiotici specifici prescritti dal medico ma se non si dispone di una farmacia nelle immediate vicinanze il consiglio pratico da seguire parte proprio dal cibo che deve essere controllato con regolarità per alcuni giorni.

Potrebbe interessarti anche –> Anguria, quando mangiarla? Così puoi evitare gonfiore e pesantezza

Innanzi tutto evitare l’acqua in brocca o quella del rubinetto e fornirsi solo di quella in bottiglia sigillata. Reintegrare poi subito i sali minerali, calcio, sodio, potassio, fondamentali per il funzionamento dell’organismo.

Potrebbe interessarti anche –> Dieta Plank: il menù per perdere 9 chili in 2 settimane. Lo schema alimentare da seguire

Consumare brodi, zuppe, succhi di frutta e cibi salati come cracker o grissini, inoltre forse non molti sanno che è consigliatissimo assumere in aggiunta a questi quattro alimenti fondamentali: banana, riso, salsa di mela e pane tostato che regolarizzano il transito intestinale e la flora batterica meglio di qualsiasi altro farmaco in commercio.