Gli alimenti per sconfiggere l’insonnia

Gli alimenti per sconfiggere l’insonnia

Molte persone soffrono di insonnia e quando si mettono al letto proprio non riescono ad addormentarsi facilmente, pur con la stanchezza che incalza. Molto dipende dallo stress e dai pensieri che ronzano nel cervello, ma può anche dipendere da ciò che abbiamo mangiato a cena. Da evitare caffè, formaggi, alcol e cibi troppo grassi prima di andare a letto.

Molti ricercatori suggeriscono di pensare a quanto avvenuto durante la giornata, un sms, una chiacchierata, un discorso… E se proprio Orfeo non vuole saperne di arrivare, alzatevi, sedetevi su una sedia in camera da letto, ascoltate musica rilassante e rimettetevi a letto non appena sopraggiunge il sonno.

Ma ci sono anche alcuni alimenti che facilitano il riposo, come indicato da Sammy Margo, esperta del sonno e autore del volume ‘The Good Sleep Guide’, che ha svelato al ‘Mail Online’ cinque cibi che se mangiati la sera aiutano ad addormentarsi.

1. Miele – È un alimento che veicola il triptofano, un amminoacido essenziale per il nostro organismo che viene convertito dal corpo in serotonina, favorendo il rilassamento. Quando ci si trova al buio il cervello riceve lo stimolo necessario per convertire la serotonina in melatonina, l’ormone del sonno, offrendo un effetto sedativo.

2. Banane – Non solo sono ricche di magnesio, un minerale che rilassa i muscoli, ma contengono anche triptofano, che contribuisce a promuovere il sonno. Inoltre mangiare una banana prima di andare dormire, può aiutare chi soffre di apnea ostruttiva del sonno tenendo la gola aperta e, quindi, riducendo il rischio di soffocamento.

3. Mandorle – Le mandorle sono il migliore alimento per contrastare l’insonnia, dato che sono fonte di magnesio, che è utile per rilassare i muscoli e regolare la funzione dei nervi, stabilizzando, al tempo stesso, il ritmo cardiaco. Basta mangiarne una manciata dopo cena.

4. Tacchino – E’ un buon alimento da poter consumare anche a serata inoltrata, in quanto è ricco di triptofano, un tranquillante naturale. Potete abbinare anche una porzione di patate al forno che contengono anch’esse triptofano. Non confondete il tacchino con il pollo: come tutte le altre carni, è più difficile da digerire, e ciò ha effetti negativi sul sonno.

5. Avena – Rinforza il sistema nervoso perché contiene sali minerali, vitamine e zinco. Non è un calmante, ma è un alimento molto utile per chi soffre di stress da lavoro. E’ indicata per gli sportivi, gli studenti, per tutti quelli che hanno talmente bisogno di concentrazione da sentirsi esauriti o ansiosi.

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post