Gli alimenti utili per non perdere la memoria

Gli alimenti utili per non perdere la memoria

 

Gli uomini di mezza età dovrebbero bere succo d’arancia e mangiare un sacco di verdure a foglia verde e bacche per aiutare a prevenire la perdita di memoria. I ricercatori che hanno condotto lo studio ventennale hanno scoperto che banchettare con verdure a foglia verde, arance e verdure rosse e frutti di bosco possono ridurre il rischio di perdita di memoria nel tempo negli uomini. Lo studio, pubblicato online dalla rivista Neurology, ha coinvolto 27.842 uomini con un’età media di 51 anni che erano tutti professionisti della salute.

Sono necessarie ulteriori ricerche per vedere se lo stesso vale per le donne, ma il team di Harvard ha affermato che i loro risultati dimostrano che le modifiche dietetiche hanno un profondo impatto sulla salute del cervello. I partecipanti hanno compilato questionari su quante porzioni di frutta, verdura e altri alimenti hanno avuto ogni giorno all’inizio dello studio e poi ogni quattro anni per 20 anni.

Una porzione di frutta è considerata una tazza di frutta – equivalente a una banana o una piccola mela o una mezza tazza di succo di frutta. Una porzione di verdura è considerata una tazza di verdure crude o due tazze di verdure a foglia verde. L’autore dello studio Changzheng Yuan, uno studente di dottorato alla Harvard TH Chan School of Public Health, ha dichiarato: “Uno dei fattori più importanti in questo studio è che siamo stati in grado di ricercare e seguire un gruppo così ampio di uomini in un periodo di 20 anni di tempo, consentendo risultati molto eloquenti. I nostri studi forniscono ulteriori prove che le scelte dietetiche possono essere importanti per mantenere la salute del cervello.”

Le sei domande includevano “Hai più problemi del solito a ricordare un breve elenco di articoli, come una lista della spesa?” e “Hai più problemi del solito dopo una conversazione di gruppo o una trama in un programma televisivo a causa della tua memoria?” Più della metà degli uomini nello studio (55 percento) aveva buone capacità di pensiero e memoria, il 38 percento aveva abilità moderate, e il sette percento aveva scarse capacità di pensiero e memoria.

I partecipanti sono stati divisi in cinque gruppi in base al consumo di frutta e verdura.  Per le verdure, il gruppo più alto mangiava circa sei porzioni al giorno, rispetto a circa due porzioni per il gruppo più basso. Per i frutti, il gruppo principale ha mangiato circa tre porzioni al giorno, rispetto alla metà di una porzione per il gruppo in basso.

Gli uomini che mangiavano più verdure avevano il 34% in meno di probabilità di sviluppare una scarsa capacità di pensiero rispetto agli uomini che consumavano la minor quantità di verdure. Yuan ha detto che gli uomini che mangiavano più frutta ogni giorno erano meno propensi a sviluppare scarse capacità di pensiero, ma tale associazione è stata indebolita dopo che i ricercatori hanno regolato per altri fattori dietetici che possono incidere sui risultati, come il consumo di verdure, succhi di frutta, cereali raffinati, legumi e latticini.

I ricercatori hanno anche scoperto che le persone che mangiavano grandi quantità di frutta e verdura 20 anni prima avevano meno probabilità di sviluppare problemi di memoria e di pensiero, indipendentemente dal fatto che continuassero a mangiare grandi quantità di frutta e verdura circa sei anni prima del test della memoria. Yuan ha poi concluso: “Lo studio non mostra che mangiare frutta e verdura e bere succo d’arancia riduce la perdita di memoria; mostra solo una relazione tra loro”.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post