Grasso viscerale: un alimento aiuta a ridurre il grasso addominale

Grasso viscerale: un alimento aiuta a ridurre il grasso addominale

di Ivana Tramontano

Il grasso viscerale può essere pericoloso per la salute di una persona, quindi cosa si può fare per ridurlo? Mangiare alcuni cibi è risultato efficace.

Il grasso viscerale è considerato il tipo di grasso corporeo più pericoloso perché è immagazzinato nella cavità addominale accanto a molti organi vitali, tra cui fegato, stomaco e intestino. Se una persona ha alti livelli di grasso viscerale ha un rischio maggiore di sviluppare gravi condizioni di salute, come diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari. Quindi è importante apportare semplici cambiamenti nello stile di vita per contribuire a ridurlo. È stato scoperto che una dieta ricca di grassi saturi contribuisce all’accumulo di grasso viscerale, motivo per cui apportare modifiche a ciò che mangi viene altamente raccomandato. Oltre a ridurre il consumo di grassi saturi, numerosi studi hanno scoperto che mangiare più proteine ​​è una grande strategia a lungo termine per sbarazzarsi del grasso viscerale.

Le proteine ​​hanno dimostrato di essere un macronutriente importante quando si tratta di perdere peso, ridurre l’appetito del 60%, aumentare il metabolismo aiutando una persona a mangiare meno calorie al giorno. Anche il consumo di frutta e verdura era legato a quantità ridotte di grasso.

Quando si tratta delle migliori fonti di proteine ​​da mangiare, il tempeh sta diventando sempre più popolare e ha anche ulteriori benefici per la salute. Una porzione da 100 g di tempeh contiene circa 19 g di proteine. Il tempeh è composto da semi di soia, come il tofu, e viene prodotto attraverso un processo di fermentazione.

Uno studio ha scoperto che gli snack ad alto contenuto proteico di soia hanno migliorato l’appetito, la sazietà e la qualità della dieta rispetto agli snack ricchi di grassi. Inoltre rispetto alle proteine ​​a base di carne, è stato dimostrato che le proteine ​​a base di soia hanno lo stesso impatto sulla perdita di peso.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post