Hamburger fai da te: come renderlo “speciale” con un semplice ingrediente

Hamburger fai da te: come renderlo “speciale” con un semplice ingrediente

LA PREPARAZIONE
di Cesare Orecchio

Hamburger fai da te: come renderlo speciale con un semplice ingrediente nell’impasto che vi farà sentire direttamente in un bistrot Americano

 

Di hamburger ne esistono veramente tanti. Di diversi gusti e diverse grandezze, conquistano sempre tutti, specialmente nei bistrot. Da un po’ di tempo in Italia, gli hamburger sono diventati sempre più popolari tanto da crearne un vero e proprio business, in tutte le nostre città abbiamo almeno una Hamburgeria di successo. Gli americani in materia di carne e di hamburger sono sempre stati gli esperti ufficiali, ma se volessimo replicarlo a casa come quelli che vediamo nei film? E’ possibile, con qualche trucchetto giusto.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Hamburger di zucchine, la ricetta facile e veloce per prepararli con il Bimby

 

Hamburger fatto in casa: l’ingrediente segreto per un gusto internazionale

grigliata di hamburger
Foto di moerschy da Pixabay

Esiste un metodo giusto per fare in casa gli hamburger americani? Ebbene si. Dal condimento alla scelta della carne, dal modo in cui si pressa ai contorni da abbinargli, questo piatto ormai internazionale necessita di alcune dritte, ma se seguite attentamente, daranno tante soddisfazioni. Per iniziare è molto importante scegliere il giusto taglio della carne che non deve essere magra!Avete capito bene, l’hamburger ha bisogno di grasso affinché non si secchi in cottura ed un taglio meno nobile farà al caso nostro. Gli americani in genere scelgono la spalla di manzo, in inglese chuck meat. Non compriamolo mai già macinato nei grandi supermercati, piuttosto chiediamo di macinare il pezzo scelto direttamente nella nostra macelleria di fiducia.

Per un impasto che richiami l’America nel modo giusto, le spezie sono essenziali, in questo gli americani sono dei Re .  A differenza di quello italiano, l’americano non aggiunge uova, pangrattato o parmigiano, piuttosto si limita al sale, al pepe e all’ingrediente speciale: il dragoncello. Impastate per bene e sfregate la carne tritata tra le mani, in modo che la spezia possa aderire bene al macinato. Se vogliamo, per un gusto più internazionale, uniamo un cucchiaino di ketchup all’impasto. Vedrete che sapore! Una volta condito il macinato, prendiamone una dose, schiacciamola al centro del palmo e creiamo una piccola fossa in centro. In questo modo, durante la cottura la carne non si ritirerà e manterrà la forma alta e classica.

Per la cottura, è molto importante sapere che un hamburger che si rispetti, mantiene il cuore tenero e roseo. Sta al limite tra la cottura al sangue e la cottura media. Cuociamo su una griglia o su una padella antiaderente con un filo di olio o una piccola noce di burro 5 minuti per lato. Se preferite gustarlo un po’ più cotto, allungate la cottura per ogni lato di 1 o 1 e 1/2, senza sforare per non avere dopo una carne secca e dura. Scegliamo un pane morbido, ricco di mollica, in commercio troviamo ormai tantissime pagnotte per hamburger. Ed ecco un altro piccolo segreto: tagliate a metà il pane e tostatelo sulla griglia in cui avete cotto la carne. Tutti gli americani fanno così!

Divertitevi a fare i vostri hamburger a casa, giocate con i sapori e ricordatevi di questi consigli se vorrete gustare nelle vostre case un piatto internazionale come questo!

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post