I 5 Alimenti Più Velenosi di Sempre

I 5 Alimenti Più Velenosi di Sempre
LA PREPARAZIONE

Alcuni cibi che consumiamo molto di frequente sono tossici o poco salutari in determinate preparazioni o in alcune parti specifiche. Di seguito vi elenchiamo alcuni alimenti che possono provocare eventuali intossicazioni e qualche consiglio utile per evitare spiacevoli sorprese.

patata3

1. Patata – La patata è un tubero originario del continente americano, coltivato da tre millenni, e contiene alcune tossine velenose come i glicoalcaloidi “solanina” e “chaconina”. Queste tossine sono presenti soprattutto nella buccia e nei germogli, motivo per cui si dice che le patate germogliate non andrebbero consumate. Ma basta togliere i germogli e la parte verdastra oltre che cuocere le patate per evitare il rischio di vomito, dispnea, enterite.

frutta_di_stagione_ciliegie

2. Ciliegia – La ciliegia è un frutto antichissimo ed è originaria dell’Asia Minore. Nonostante sia ricca di vitamine, proteine e minerali possiede una sostanza tossica chiamata cianidrico (o acido prussico) che è contenuto nel nocciolo della ciliegia. Questo acido è potentissimo: se assunto in grandi quantità risulta letale in pochi istanti. Quindi attenzione a non danneggiare con i denti o ingoiare un nocciolo di ciliegia, ma non paventiamo allarmismi: per essere mortale servono elevate quantità.

funghi-porcini

3. Funghi – Anche quelli commestibili contengono tossine termolabili, che vanno via solo dopo la cottura a circa 80°C, e che possono causare problemi digestivi: bisogna mangiarli sempre cotti e sarebbe meglio evitarne il consumo ai bambini di età inferiore ai 14 anni. I funghi non commestibili o velenosi contengono sostanze tossiche che causano avvelenamento e, nei casi più gravi, anche la morte.

mandorle_coltivazione_d7ed3098

4. Mandorle amare – Sono un alimento molto salutare per il nostro organismo, ma quelle amare sono pericolose, in quanto contengono l’amigdalina, una sostanza che produce l’acido cianidrico (donde deriva il cianuro). La dose letale per un adulto è di 50-60 mandorle amare, per un bambino possono bastare 6 mandorle amare. Fortunatamente il loro sapore sgradevole dissuade dal mangiarle.

pomodori-rossi

5. Pomodoro – E’ una pianta originaria del Messico e del Perù e fu introdotta in Europa dopo la scoperta dell’America. Questa pianta può essere considerata velenosa a causa della presenza di solanina, una sostanza a bassa tossicità che la pianta produce come naturale pesticida, che può rendere tossiche le foglie e il fusto (quindi meglio scartarli quando si cucina). Inoltre contiene un alcaloide a rischio chiamato tomatina, che si trova maggiormente nei pomodori verdi e nelle foglie.

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post