I benefici del burro. Boom di vendite in Italia

I benefici del burro. Boom di vendite in Italia

Il burro diventa un alimento sempre più centrale per le famiglie italiane con un aumento delle vendite pari al 12,5% nel 2017. Merito anche di nuovi studi scientifici che hanno dimostrato come questo prodotto abbia anche risvolti positivi sulla salute dell’uomo.

“Il burro – sottolinea la Coldiretti – sta riacquistando popolarità ed è tornato ad essere uno dei grassi più usati in cucina per i suoi molti suoi punti di forza: a differenza delle margarine non è un prodotto chimico, è meno calorico degli oli, non è idrogenato ed è ricco di nutrienti come il calcio, sali minerali, proteine del latte e la vitamina A, senza contare che è un prodotto del tutto naturale e senza conservanti”.

A far aumentare la richiesta anche la scelta di molte industrie alimentari di fare a meno dell’olio di palma, con i prodotti  “olio di palma free” che hanno registrato un record delle vendite del 17,6% nel 2017 sulla base delle elaborazioni Coldiretti sui dati dell’Osservatorio Immagino. Il trend positivo del burro prosegue anche nel 2018 e in questi primi mesi ha già fatto registrare un +20% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso.

“Il positivo momento del burro con l’aumento delle quotazioni segue l’entrata in vigore in Italia dell’obbligo di indicare in etichetta l’origine in tutti i prodotti lattiero caseari voluta dalla Coldiretti per restituire trasparenza e valore al settore”.

Le proprietà salutari del burro

Il burro, come tantissimi altri alimenti, se consumato in grandi quantità può portare qualche problema di salute, come obesità e problemi cardiovascolari, ma finora i grandi benefici sono sempre rimasti sconosciuti o passati in secondo piano.

Il burro è un valido antiossidante, contiene alti livelli di carotene che aiutano a contrastare l’attività dei radicali liberi, ad innalzare le difese immunitarie e aiuta a combattere le infezioni. Inoltre l’acido linoleico coniugato (CLA) si rivela di grande aiuto nella prevenzione del cancro.

Il burro apporta vantaggi all’intestino combattendo alcune forme di problemi gastrointestinali, tra cui le infezioni batteriche. In più è un alleato della salute della tiroide, grazie alla grande presenza di vitamina A.

Il burro fa bene alla vista grazie al contenuto di beta-carotene, un nutriente essenziale per la salute degli occhi. Ritarda l’insorgenza della cataratta e diminuisce le probabilità di degenerazione maculare e di angina e altre condizioni relative all’occhio.

Ricco di minerali come rame, selenio, manganese, diminuisce il rischio di osteoporosi e artrite e accelera la guarigione di eventuali fratture. Infine protegge il corpo dalla calcificazione delle articolazioni.

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post