I migliori integratori per la salute del cervello

I migliori integratori per la salute del cervello

di Ivana Tramontano

omega

Il cervello è l’organo più potente e meno conosciuto del corpo e alcuni integratori possono migliorare il suo potenziale. Vediamo insieme quali sono.

I supplementi per il cervello possono aiutare la salute cognitiva aumentando il flusso di sangue al cervello e migliorandone le funzioni, la memoria e la lucidità. Un cervello sano non solo aiuta con l’attenzione, ma aiuta anche a gestire meglio lo stress e la possibilità di socializzare regolarmente. Esperti medici sostengono che determinati minerali, vitamine e integratori sono una parte importante nel mantenimento della salute del cervello. Quali sono alcuni dei migliori integratori per il cervello per migliorare le funzioni e migliorare la memoria?

Olio di pesce

Supplementi di olio di pesce contengono due tipi di acidi grassi omega-3 che è stato collegato a molti benefici per la salute ed è stato dimostrato che aiuta a ridurre il declino della funzione cerebrale. Ha una ricca fonte di acido docosaesaenoico (DHA) e acido eicosapentaenoico (EPA).

Il DHA aiuta con la struttura del cervello e l’assunzione di integratori di DHA è stata collegata al miglioramento delle capacità di pensiero. I supplementi EHA aiutano le persone che soffrono di depressione.

Vitamine del gruppo B.

In uno studio le vitamine B sono state somministrate a persone di età superiore ai 70 anni per un periodo di due anni. I pazienti avevano precedentemente sofferto di lieve deterioramento cognitivo e hanno scoperto che coloro che avevano assunto una combinazione di vitamine del gruppo B, acido folico e vitamina B12 avevano un declino cognitivo più lento rispetto a quelli che avevano assunto un placebo.

È consigliabile non solo fare affidamento sul cibo che si mangia, ma piuttosto assumere un supplemento per la vitamina B, l’acido folico e la vitamina B12.

Vitamina D

Le vitamine D apportano molti benefici per la salute, una delle quali è la protezione del cervello. La vitamina D aiuta a sostenere la crescita di nuove cellule cerebrali e incoraggia la rimozione dell’amiloide prima che possa portare a una persona che sviluppa la malattia di Alzheimer.

Quando una persona ha bassi livelli di vitamina D, potrebbe aumentare la perdita di memoria e aumentare il rischio di sviluppare la demenza. I ricercatori hanno scoperto che alcune cellule nel cervello hanno recettori per la vitamina D che mantiene il cervello sano e funzionante.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post