I rischi del grasso addominale: gli uomini i più colpiti

I rischi del grasso addominale: gli uomini i più colpiti

Le persone il cui grasso si accumula attorno all’addome hanno un rischio più elevato di problemi al cervello e malattie legate all’infiammazione, ha rilevato uno studio condotto dalla University of California. Al contrario, se il grasso si accumula sui fianchi, sulle cosce o sulle natiche, hanno un rischio inferiore.

Gli autori hanno scoperto che, tra le persone sane, questo rischio di infiammazione del cervello da grasso della pancia è quasi esclusivo per gli uomini. Credono che le donne si siano evolute per avere un rischio più basso perché la gravidanza inevitabilmente le fa ingrassare diversamente.

Il principale autore, il professor Djurdjica Coss, dell’Università della California, , ha dichiarato: “Il mio consiglio è:” Guarda la tua dieta! ” E tieni d’occhio il peso corporeo, in particolare intorno all’addome”. I ricercatori hanno analizzato i topi maschi di tre settimane. Come gli uomini, i roditori maschi tendono a immagazzinare grasso attorno ai loro addomi, creando una forma di mela. Hanno anche guardato topi femmina, che in genere depositano il grasso intorno ai fianchi, come le donne.

Alcuni degli animali sono stati nutriti con una dieta ricca di grassi, mentre altri avevano un regime alimentare standard. Campioni di sangue sono stati raccolti da tutti i topi per determinare come le loro diete hanno influenzato i loro livelli ormonali. I risultati suggeriscono che i ratti maschi obesi accumulano grasso sui loro addomi, creando una forma di mela.  Tali roditori hanno anche livelli più elevati di infiammazione nel loro cervello.

Ratti femmine obese, tuttavia, immagazzinano il grasso in eccesso sotto la pelle e hanno una minore quantità di infiammazione. Il professor Coss ha detto: “Sappiamo che il grasso addominale – cioè il grasso attorno agli organi viscerali – si infiamma di uno strato di grasso. Questo grasso recluta le cellule immunitarie dalla circolazione sanguigna che si attivano.””.

L’infiammazione cerebrale a lungo termine è stata precedentemente associata a danni all’organo. Oltre ai più alti livelli di infiammazione, i topi obesi hanno anche una maggiore probabilità di sviluppare la sindrome metabolica rispetto alle loro controparti femminili. Inoltre gli uomini obesi hanno bassi livelli di testosterone, contribuendo alla bassa libido, bassa energia e ridotta forza muscolare. Lo vediamo anche nei topi; topi maschi obesi hanno mostrato una riduzione del 50% circa del testosterone e del numero di spermatozoi.

Inoltre, quando i topi femmina vengono nutriti con la stessa dieta ad alto contenuto di grassi dei maschi, impiegano più tempo per aumentare di peso. Si pensa sia dovuto al fatto che le domme che producono estrogeni, che li protegge dall’aumento di peso. Molte donne aumentano di peso dopo la menopausa a causa del declino di questo ormone.

Tuttavia, quando le femmine obese hanno continuato a ingrassare, il loro accumulo di grasso si è spostato sui loro addomi, rendendoli a forma di mela. Il professor Coss ha dichiarato: “Mentre sono in sovrappeso, le donne sono più protette degli uomini nei casi di infiammazione. Questa protezione è significativamente ridotta quando le donne sovrappeso diventano obese e il grasso si accumula intorno alla vita”.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post