I salumi fanno male? 10 falsi miti da sfatare

I salumi fanno male? 10 falsi miti da sfatare

Carni e salumi sono spesso oggetto di fake news e informazioni distorte. L’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani (IVSI) stila un decalogo dei più celebri falsi miti sui salumi che per anni hanno condizionato le scelte alimentari dei consumatori:

1) I salumi fanno venire i brufoli

Il problema sarebbe di naturale prettamente ormonale. Secondo recenti studi alla base ci sarebbero sostanze ormonali prodotte direttamente dalla cute dei soggetti predisposti.

2) Mortadella, l’insaccato degli scarti

La Mortadella Bologna IGP è fatta solo con carne suina accuratamente selezionata e poi triturata.

3) Salveremo il pianeta non mangiando carne

La zootecnia non è la principale causa di emissioni di gas serra nell’atmosfera.

4) Nitriti e nitrati dei salumi pericolosi per la salute

Falso, sono sostanze presenti in natura dalle proprietà antiossidante e antibatterica, impiegati nel settore alimentare per preservare le caratteristiche di alcuni prodotti.

5) I salumi fanno ingrassare e sono avversari dello sport

La salumeria italiana sta riducendo da tempo grassi e sale. Inoltre, vista la ricca presenza di minerali e vitamine del gruppo B, una giusta dose di salumi di qualità è consigliata anche a chi fa sport.

6) Zampone e Cotechino solo a Natale

Numerosi ricettari e le preparazioni stellate presentano piatti sfiziosi a base di zampone e cotechino in ogni stagione dell’anno.

7) La carne di maiale è bianca

La carne suina presenta un profilo nutrizionale tipico della carne rossa, vista l’elevata quantità di ferro e di mioglobina,.

8) Il salame vegano può sostituire quello classico

Il salame vegano ha proprietà nutrizionali, metodi di produzione e provenienza localizzata completamente differenti.

9) Pane e prosciutto, merenda bandita per i nostri bambini

Falso. Le proteine animali sono alimenti molto importanti e un corretto apporto di vitamine B è essenziale per lo sviluppo neurologico e la crescita cellulare.

10) Per la terza età solo brodini

Con il passare degli anni, si perde progressivamente la percezione della sensazione di fame e di sete e anche il gusto si affievolisce.Quindi meglio gli alimenti saporiti, ideali per combattere l’inappetenza, facilmente masticabili e ad alto valore proteico.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post