I segreti per accelerare il metabolismo

I segreti per accelerare il metabolismo

Stress, stile di vita sedentaria e alimentazione sbagliata possono arrecare danni al nostro metabolismo, facendoci accumulare tossine che vanno a destabilizzare l’equilibrio psico-fisico. Riattivare il metabolismo è più importante e salutare di quanto possiate immaginare, pena contraccolpi pericolosi sui diversi organi del nostro organismo.

Di seguito vediamo come comportarci a tavola (e non solo) per disintossicarci e accelerare il metabolismo, in modo da avvertire benefici nella mente e nel corpo.

La prima regola da seguire è fare attività fisica in modo regolare almeno tre volte a settimane e per periodi di almeno 30 minuti. Alternare attività aerobiche con esercizi di tonificazione, fare esercizi con i pesi, cambiare frequentemente il programma di allenamento, in modo da favorire gli adattamenti metabolici necessari per affrontare il nuovo stress. Se si ha poco tempo a disposizione per la ginnastica o lo sport cercare di fare lunghe passeggiate, salire le scale a piedi senza prendere l’ascensore, impegnatevi nelle faccende domestiche ed evitate di prendere l’auto per tratti medio-brevi.

La seconda regola fondamentale per accelerare il metabolismo è di evitare cibi raffinati, grassi, dolci, bibite gassate, prediligere alimenti biologici, frutta e verdure, moderare il consumo di latticini, farinacei e cibi confezionati, optando per le farine integrali e di cereali.

Un bicchiere di tè verde al giorno, sia caldo che freddo, servirà a riattivare il metabolismo grazie alla presenza di importanti polifenoli; inoltre vi aiuterà a perdere peso più velocemente, a ridurre l’appetito e ad avere più energia per affrontare gli sforzi quotidiani.

Un altro segreto si chiama cumino, una spezia orientale che sta prendendo sempre più piede anche sulle nostre tavole e che aiuta a smaltire i grassi, aiutare la digestione e ad abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Il cumino, oltre che stimolare il metabolismo, è anche perfetto per ridurre la fermentazione dei cibi quando sono ricchi di zuccheri e lieviti.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post