Iginio Massari svela il suo dolce preferito: “Sono 60 anni che provo a replicarlo”

Il maestro di pasticceria tra i più conosciuti non solo in Italia ma anche all’estero ha confessato una cosa molto personale legata alla sua mamma.

Iginio Massari dolce preferito video
Iginio Massari (Foto Instagram @iginio.massari)

Classe 1942 e origini bresciane, nasce da una cuoca e un direttore di mensa. Iginio Massari ne ha fatta di strada da allora tanto che oggi è considerato tra i migliori pasticceri non solo italiani ma anche internazionali, vincendo negli anni centinaia di premi che testimoniano la sua innata bravura.

Chef simbolo della pasticceria Made in Italy, il maestro ieri sui social ha scelto di rispondere ad una serie di domande che gli sono state poste dai fan che attivamente lo seguono.

Ricordiamo che oltre alla storica Pasticceria Veneto di Brescia, ne ha inaugurate altre tre: la prima nel 2018, in piazza Diaz a Milano, la seconda nel 2019, in piazza C.L.N. a Torino e la terza l’anno scorso a Verona.

Iginio Massari svuota il sacco, chi lo avrebbe mai detto?

Vestito con il suo camice scuro da lavoro e seduto proprio in cucina, Massari ha iniziato a srotolare ricordi su ricordi legati alla sua infanzia e alla sua famiglia.

Iginio Massari dolce preferito video
Iginio Massari con la moglie Marì (Foto Instagram @iginio.massari)

La prima domanda è riferita al suo dolce preferito, che il maestro ammette essere quello realizzato dalla madre e che lui, nonostante prove su prove, non riesce a replicare.

Il dolce del sentimento è quello a cui tutti siamo più legati in assoluto. Mia madre faceva una millefoglie con la crema bavarese squisita, sono oltre 60 anni che cerco di rifarla allo stesso modo ma non ce la faccio. Fa parte della mia memoria dove tutte le cose avevano un valore soprattutto sentimentale e nessuno quelli li può battere“.

Sapete invece quando ha iniziato a mettere i primi passi in pasticceria?

A tre anni mia madre mi portava con lei in cucina, anche alle 4 di mattina, ed io la vedevo intenta a preparare manicaretti di ogni tipo”

E aggiunge poi:

“Inoltre si racconta che a quell’età io sia caduto in una bacinella di gelato alla vaniglia e cannella. Io negli anno ho sempre scherzato dicendo che sono come Obelix: lui cadendo nella pozione magica è diventato l’uomo più forte del mondo, mentre io quello più dolce perchè questi profumi mi hanno conquistato alla fine e ne ho fatto la mia professione!“.