Il cibo biologico riduce il rischio di linfomi e cancro al…

Il cibo biologico riduce il rischio di linfomi e cancro al seno

Mangiare solo alimenti biologici potrebbe ridurre il rischio di cancro. L’impatto maggiore è stato osservato sul rischio di linfoma di Hodgkin, che è crollato tra coloro che mangiavano solo cibi biologici, secondo il sondaggio di circa 70.000 adulti francesi. Nel complesso, anche i rischi di cancro al seno sono diminuiti.

La scoperta arriva in mezzo a un turbinio di interesse per i rischi di cancro dei pesticidi, stimolato dal processo Monsanto di questa estate, quando una sentenza ha risarcito un malato di cancro con 250 milioni di dollari dopo aver concluso che l’erbicida Roundup ha causato il suo cancro.

E’ stato scoperto che il beneficio per la salute era molto più grande per le persone obese. Tuttavia, la dieta non ha avuto alcun effetto significativo sul cancro dell’intestino – che è in aumento in numeri a livello globale – o sul cancro alla prostata. “Abbiamo osservato rischi ridotti per specifici tipi di cancro – ha spiegato un autore dello studio – tra gli individui con una maggiore frequenza di consumo di alimenti biologici. Sebbene i nostri risultati debbano essere confermati, promuovere il consumo di alimenti biologici nella popolazione generale potrebbe essere una strategia preventiva promettente contro il cancro.”

Le norme sugli alimenti biologici non consentono l’uso di fertilizzanti sintetici, pesticidi e organismi geneticamente modificati e limitano l’uso di farmaci veterinari. Di conseguenza, i prodotti biologici hanno meno probabilità di contenere residui di pesticidi rispetto ai cibi convenzionali.

Mentre il cibo biologico non è una novità, sempre più studi dimostrano quanto possa essere decisivo per la tua salute. Una recente revisione ha rilevato che, mentre i produttori di pesticidi contestano i collegamenti del cancro, la quantità di prove che dimostrano che i collegamenti sono veri è schiacciante. All’inizio di quest’anno, un rapporto dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare ha rilevato che quasi la metà (44 per cento) dei prodotti alimentari standard contiene uno o più prodotti chimici, rispetto al solo 6,5 per cento del cibo biologico.

Il Dott. Baudry ha spiegato tra i fattori di rischio ambientale per il cancro ci sono state crescenti prove di un legame tra esposizione ai pesticidi, in particolare nei lavoratori agricoli e nello sviluppo del cancro. “A causa della loro minore esposizione ai residui di pesticidi, si può ipotizzare che i consumatori di alimenti biologici ad alto rischio possano avere un rischio più basso di sviluppare il cancro. Inoltre, i pesticidi naturali consentiti nell’agricoltura biologica nell’Unione europea mostrano effetti tossici molto inferiori rispetto ai pesticidi sintetici usati nell’agricoltura convenzionale”.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post