Il miglior espresso italiano? Lo fa Stefano Cevenini

Il miglior espresso italiano? Lo fa Stefano Cevenini

di Ivana Tramontano

L’Espresso Italiano Champion 2019 è stato aggiudicato da un barista 19enne di Bologna, Stefano Cevenini

Il campionato internazionale baristi promosso dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei), giunto quest’anno alla sua sesta edizione, vede trionfare un giovane barista emiliano, barista da quando ha 15 anni, premiato per la ricetta dell’espresso italiano più buono d’Italia.

Per allenarsi su caffè e cappuccini consuma un chilo di caffè e venti litri di latte al giorno. Ora lavora al B+, un bar di Casalecchio alle porte di Bologna, ma il contratto è in scadenza e non sembra intenzionato a rinnovare, per dedicarsi di più alle gare. Tra i consigli per riconoscere un buon espresso: “Un buon caffè si riconosce già dal colore, sul marrone chiaro. Se è scuro, è rancido”.

Stefano Cevenini rappresenterà l’Italia durante la fase internazionale del campionato dal 18 al 22 ottobre a Host Milano, dove saranno coinvolti anche i vincitori delle tappe svolte all’estero (Bulgaria, Cina, Corea, Germania, Gran Bretagna, Giappone, Russia, Taiwan e Tailandia) per decretare il miglior espresso e cappuccino del mondo. “La ricetta migliore per l’espresso italiano è una miscela bilanciata che sappia rendere una tazzina complessa nei profumi e rotonda al palato”, spiega Cevenini, che aggiunge di aver lavorato molto sulla temperatura della macchina per “ottenere un espresso rotondo ed equilibrato tra acidità e amaro”.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post