Il trucco che nessuno vi ha mai raccontato per sbucciare una…

Il trucco che nessuno vi ha mai raccontato per sbucciare una cipolla

LA PREPARAZIONE
di Marco

Come sbucciare una cipolla in poco tempo e soprattutto senza lacrimare? Ecco un semplicissimo metodo che vi renderà tutto più facile e veloce

sbucciare cipolla
Il metodo più semplice per sbucciare una cipolla

Quante volte dobbiamo utilizzare la cipolla per una delle ricette nella nostra cucina? Beh, possiamo dire che, soprattutto in Italia, sia molto utilizzata. In particolare, la cipolla di Tropea è tra le più famose e più gustose. Si possono cucinare in tantissimi modi, ma in genere viene utilizzata per farla soffriggere nell’olio per la preparazione di un sugo. Questo non vuol dire che non sia buona anche quando la cuciniamo ‘caramellata’. Quello su cui vogliamo soffermarci in questo articolo, però, è la velocità con la quale si può riuscire a tagliarla. Ci sono tanti metodi per fare in fretta, ma questo che vi proponiamo oggi è sicuramente il più efficace e rapido. Cerchiamo di scoprire insieme quali sono i passaggi per tagliare una cipolla nel minor tempo possibile.

Come sbucciare una cipolla rapidamente

La parte più complicata è proprio togliere la buccia quando maneggiamo una cipolla. In genere, si procede tagliando le due estremità e poi tutto il resto per rimuoverla. Ma, ecco, esiste qualcosa di molto più semplice. Innanzitutto, prendete un tagliere in legno ed un coltello ben affilato. Tagliate le estremità della cipolla e poi tagliatela a metà: non in orizzontale, bensì in verticale. In questo modo, avremo già tra le mani quella sottilissima pellicola che troviamo sulla parte superficiale della cipolla. Una volta rimossa quella, tutto sarà più semplice.

A questo punto, sarà molto semplice proseguire nel taglio della cipolla. Inoltre, se non sopportate le lacrime che scenderanno dal viso quando la taglierete, ecco, abbiamo per voi un altro trucco: prima di tagliarla, mettetela per qualche minuto in congelatore. Uscirà meno succo e i vostri occhi lacrimeranno sicuramente di meno.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post