Insetti ed escrementi di topo, decine di negozi nei guai: scopri quali

Blitz in 5 province dell’Emilia Romagna, segnalate decine di aziende per via della pessima conservazione del cibo pronto ad essere immesso sul mercato nazionale.

Bliz Nas Bologna aziende 13mila kg cibo contaminato
Panetteria (Foto Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Solo pochi giorni fa davamo notizia di un’operazione nazionale denominata “Crepuscolo” che ha portato al sequestro e poi distruzione di oltre 127mila euro di prodotti con sanzioni per un totale di 65mila euro.

Nello specifico, sono state sottoposti a sequestro 9 tonnellate di prodotti alimentari (di cui carni, salumi, prodotti dolciari, formaggi), 2.018 litri di aceto e 300 litri di vino.

Sono state ispezionate 30 attività del comparto food&wine sull’intero territorio nazionale, riscontrando 25 illeciti amministrativi e 6 penali da Nord a Sud del Paese. Gli illecito vertevano tutti sulle pessime condizioni igieniche-sanitarie dei prodotti e l’uso di etichette false che evocavano i marchi IGP e DOP.

Ieri è arrivata anche l’ultima comunicazione di un nuovo illecito riscontrato nelle 5 provincie dell’Emilia-Romagna dove sono state sottoposte a controlli decine di aziende che si sono dimostrate non idonee per la messa in vendita dei loro prodotti.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Insetti ed escrementi vicino ai dolci, 13mila kg di prodotti sequestrati

L’ultimo blitz dei Nas di Bologna ha messo in luce una situazione al limite dell’immaginabile in molte aziende dell’intera regione. In numerosissime pasticcerie, gelaterie, cioccolaterie, forni e industrie dolciarie sono stati sequestrati 13mila chili di alimenti.

Addetto controllo qualità
Addetto controllo qualità (Foto di hedgehog94 AdobeStock)

Molti i casi in cui non si rispettavano le norme igienico-sanitarie previste dalle normative nazionali relativamente l’haccp e mancanze nella gestione e nel riutilizzo di materie prime e di prodotti finiti già scaduti e destinati al macero.

In particolare hanno catturato l’attenzione due stabilimenti dedicati ai dolci da forno e basi destinate alla gelateria locate nelle province di Ferrara e Forlì-Cesena.

Qui i militari del Nas hanno sequestrato ben 13.000 kg di alimenti. Qui le conduzioni di produzione erano ben oltre il limite consentito.

Sono infatti stati rinvenuto escrementi di topo e insettianche nelle più delicate zone di produzione” (come riporta il Resto del Carlino che per primo ne ha dato notizia) e cibo vicino ai rifiuti destinati allo smaltimento.

Come altro aspetto segnalato infine, anche moltissimi dolciumi scaduti da molti mesi che sarebbero stati immessi in commercio, senza una preventiva valutazione del rischio e “senza eseguire e lasciare traccia delle necessarie analisi fisico-chimiche e organolettico-olfattive così come previsto dalla normativa“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Tutta le merce è stata sequestrata e sarà smaltita dopo le opportune analisi medico-sanitarie di valutazione preliminare, per consentire ai Nas di categorizzare eventuali pericoli per la salute umana.

Al momento nessuno dei prodotti segnalati era stato messo in vendita, il Ministero della Salute però si riserva di prestare attenzione alla vicenda e nel caso di dare comunicazione scritta a eventuali ritiri precauzionali di alcuni alimenti in oggetto.