Integratore per le articolazioni bloccato d’urgenza, contiene una sostanza “intrusa” al suo interno

Un integratore alimentare per le articolazioni è stato ritirato da supermercati e farmacie per la presenza di una sostanza “non ammessa” al suo interno. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. 

Integratore articolazioni bloccato presenza sostanza intrusa ingredienti
Articolazioni dolenti (Foto di blackday AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il Ministero della Salute poche ore fa in Gazzetta Ufficiale ha segnalato il ritiro di un prodotto dal mercato per la la presenza di un ingrediente non ammesso in una precedente direttiva europea pubblicata nel 2004 che disciplina le sostanze che possono essere impiegate nella produzione di integratori alimentari.

Il prodotto in questione è un integratore alimentare vendibile nei supermercati, farmacie e parafarmacie di tutta Italia. Vediamo nel dettaglio il lotto ed il bloccato dal mercato.

Marchio e lotto nel mirino , consumatori in allerta

La denominazione di vendita è Reumilase SD prodotto da Neopharmed Gentili S.p.A. Via S. Giuseppe Cottolengo,15 20143 Milano-IT.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Integratore alimentare LevelipDuo ritirato mercato motivo
Integratore alimentare (Foto di Karolina Grabowska da Pexels

Reumilase SD è un integratore alimentare a base di glucosamina, condroitin solfato, acido glucuronico, collagene e vitamina E indicato per favorire la funzionalità e il benessere delle articolazioni, acquistabile sia online che in farmacia su ordinazione.

L’integratore richiamato è contraddistinto dal numero di lotto V10379 con scadenza 30/11/2023 ed è venduto in confezione da 15 flaconcini di 10 ml.

Come motivo del ritiro nella nota pubblicata in Gazzetta di legge “Componente Acido D-Glucuronico sale sodico non presente nella lista Min Sal delle sostanze ad effetto nutritivo e/o fisiologico“.

Specifichiamo che è stata diramata una direttiva Europea del 2004 che disciplina le sostanze che possono essere impiegate nella produzione di integratori alimentari.

Nel caso specifico appena citato, l’acido D-Glucoronico è inserito nella formulazione dell’integratore Reumilase SD per la sua azione sulla cartilagine ma purtroppo non è presente nella lista pubblicata nel 2004, quindi non è norma con i farmaci immessi nel resto d’Europa.

L’avvertenza spiega che “non ci sono rischi per il consumatore finale” quindi il suo utilizzo è consentito, purché non si soffra di patologie che risentono della presenza dell’Acido D-Glucuronico non segnalato in etichetta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

In caso di prodotto presente a casa, il consiglio è quello di riportare l’integratore nel più vicino punto vendita per il cambio merce immediato anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge europea e nazionale.