KitKat senza zucchero: una nuova versione più salutare

KitKat senza zucchero: una nuova versione più salutare

di Ivana Tramontano

Il KitKat è un famoso snack che piace a grandi e piccini. Adesso la Nestlè sta pensando ad una versione senza zucchero, grazie ad una nuova forma di lavorazione del cioccolato che si preannuncia rivoluzionaria.

Inventato nel 1935, grazie alla proposta di un operaio che chiese una barretta da poter portare al lavoro, è stato realizzato per decenni dalla fabbrica docliaria Rowntree’s, fino a quando nel 1988 venne acquistato dalla Nestlé.

La multinazionale avrebbe deciso di rinunciare agli zuccheri aggiunti, a favore di un’alternativa più naturale, utilizzando la polpa bianca che circonda i chicchi all’interno dei frutti di cacao. Così sarebbe possibile produrre cioccolata con un 70% di cacao e senza zuccheri raffinati aggiunti. “Non si tratta di creare un prodotto più sano – fa sapere la Nestlè -, bensì di produrre un nuovo tipo di cacao, più naturale e meno costoso, sia dal punto di vista economico che da quello della sostenibilità ambientale”.

Nel corso degli anni sono state prodotte diverse varianti, da quella ‘chunky’ a quelle in vari gusti, cioccolato bianco in primis. Il KitKat senza zuccheri per adesso è solo un’idea che dovrà essere sperimentata. Ma in caso di successo questo metodo di produzione per rendere il cioccolato più dolce potrebbe essere esteso a decine di altri prodotti.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post