La cura per l’insonnia? La dieta mediterranea

La cura per l’insonnia? La dieta mediterranea

Gli scienziati greci hanno scoperto che persone di età superiore ai 65 anni dormivano meglio dopo aver mangiato olive, pesce e frutta di stagione, parti importanti della dieta mediterranea. Gli esperti sono disorientati su come la dieta, già nota per aumentare la salute del cuore, possa incoraggiare le persone a dormire più a lungo. Tuttavia, dicono che potrebbe ridursi ad alcuni alimenti nella dieta che sono “buone fonti” di melatonina – un ormone che dice al cervello che è ora di spegnere e dormire.

Un’altra teoria deriva dalla dieta che potenzialmente aiuta a combattere altre malattie legate all’età, come l’ipertensione, che possono influenzare il sonno. I ricercatori hanno anche detto che le loro scoperte potrebbero anche essere spiegate da un sonno povero che potenzialmente potrebbe causare alle persone di mangiare cibi meno sani.

Quasi 1.650 adulti di età superiore ai 65 anni sono stati interrogati per determinare se avevano un’alta, media o bassa aderenza alla dieta mediterranea. I ricercatori dell’Università Harokopio di Atene hanno poi valutato la qualità del sonno dei partecipanti nel mese successivo. Ciò includeva quanto tempo impiegavano per addormentarsi, per esempio, e il loro livello di irrequietezza durante la notte e la sonnolenza durante il giorno.

Hanno trovato che quelli con una bassa aderenza alla dieta hanno riportato una qualità del sonno peggiore rispetto a quelli con aderenza media o alta. Tuttavia, l’effetto di amplificazione del sonno ha funzionato solo nei partecipanti fino all’età di 75 anni, ha detto la dott.ssa Mary Yannokoulia. Le prove hanno dimostrato che le persone anziane diventano più inclini a problemi di sonno, quindi la dieta mediterranea sarebbe una delle risoluzioni più sane e semplici. “Alcuni alimenti che caratterizzano la dieta mediterranea, come le olive, alcuni tipi di pesce e frutta di stagione, sono buone fonti di melatonina”.

L’insonnia è legata anche ad alti livelli di infiammazione e ossidazione che danneggiano le cellule. Nutrienti e minerali nella dieta mediterranea hanno dimostrato di combattere questi processi in studi precedenti. Una buona notte di sonno è particolarmente importante per gli anziani perché aiuta a migliorare la concentrazione e la formazione della memoria.

Permette anche al corpo di riparare qualsiasi danno cellulare che si è verificato durante il giorno e rinfresca il sistema immunitario che a sua volta aiuta a prevenire le malattie. La scorsa settimana uno studio italiano di 5.000 ultra 65enni ha rilevato che l’adozione della dieta anche in età avanzata riduce il rischio di morte prematura del 25%.

LEGGI ANCHE: Gli alimenti per sconfiggere l’insonnia

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post