La dieta del miele per dimagrire con dolcezza

La dieta del miele per dimagrire con dolcezza

Il miele è costituito dal 17,1% da acqua, dall’ 82,1% da zuccheri, dallo 0,2 % da fibre, 0,3 % da proteine, 0,2% da ceneri e da sostanze ed aromi dei fiori. E’ un prodotto delle api molto diffuso in Italia, anche se la produzione è in calo negli ultimi anni.

E’ un alimento che si abbina alla perfezione con tè, formaggi, dolci, yogurt e latte caldo. Apporta molti benefici alla salute dell’uomo: è antinfiammatorio e sedativo, soprattutto in caso di insonnia, tosse e raffreddore. Possiede diversi composti antiossidanti che contrastano l’attività dei radicali liberi, riducendo il rischio di malattie cardiache e tumorali. Fortifica i muscoli, aumenta la resistenza e ne favorisce il recupero.

Ma soprattutto è stato recentemente scoperto che il miele aiuta a dimagrire, per quanto possa sembrare strano, considerando l’alta percentuali di zuccheri contenuta. In realtà contiene zuccheri semplici che sono ben diversi dallo zucchero bianco raffinato. In vero la combinazione di fruttosio e glucosio può aiutare l’organismo a regolare i livelli di zucchero nel sangue. Ogni 100 gr di miele abbiamo un apporto di circa 300 calorie utilizzabili subito dopo l’ingestione.

Un alimento per così dire “dimagrante”, tanto che qualche nutrizionista ha penato di stilare una dieta del miele, per chi desidera dimagrire senza troppe pretese né sacrifici. In cosa consiste? Essenzialmente nel sostituire lo zucchero con il miele, cancellando così la “dipendenza” dallo zucchero raffinato

Un altro elemento chiave della dieta del miele consiste nel mangiare un cucchiaino di miele prima di dormire, ogni sera. Così facendo il miele rifornisce il fegato prima di dormire ma non lo sovraccarica perché si tratta di un alimento naturale e non lavorato. Può essere mangiato al naturale oppure diluito in una tazza di tè o in uno yogurt magro.

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post