La dieta del salmone: fresco o affumicato la salute ne guadagna

La dieta del salmone: fresco o affumicato la salute ne guadagna

Il salmone è un alimento che può essere molto utile per dimagrire ed è ricco di omega-3, utili per abbassare i livelli di colesterolo. Esiste persino una dieta del salmone che meriterebbe di essere presa in considerazione se siete amanti di questo prodotto ittico.

La dieta del salmone non solo consente di dimagrire, ma fa bene anche alla pelle e al sistema cardiovascolare, grazie alle grandi quantità di Omega 3 che contrastano i radicali liberi. Si tratta di una tipologia di acidi grassi che proteggono il cuore e al tempo stesso favoriscono il rinnovamento cellulare. Inoltre il salmone favorisce l’assunzione di vitamina D e quindi l’assorbimento del calcio, oltre che di vitamine del gruppo B, utili per accelerare il metabolismo. Come se non bastasse aiuta la salute del cervello ed è considerato un ottimo antidepressivo

Dulcis in fundo questa tipologia di pesce aiuta a perdere peso grazie al suo elevato contenuto proteico. La dieta del salmone consiste nel mangiarne una porzione al giorno all’interno di una dieta ben equibrata, priva di cibi grassi, fritture e dolci. Può essere cucinato alla griglia, al carpaccio ma può anche essere consumato crudo o affumicato. Quest’ultimo ha un minor numero di calorie rispetto al salmone fresco, ma ha un maggior contenuto di sodio che non è certo un alleato della cellulite. Dopo 7-10 giorni in cui avrete consumato almeno una porzione al giorno di salmone, nei giorni successivi è possibile mangiarlo 2 o 3 volte a settimana. E la salute ne trarrà sicuramente un grande vantaggio.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post