La dieta per disintossicarsi nella Terra dei Fuochi

La dieta per disintossicarsi nella Terra dei Fuochi

Nella Terra dei Fuochi, territorio compreso tra Napoli e Caserta, è facile ritrovarsi intossicati da metalli pesanti a causa dell’inalazione di sostanze pericolose. La soluzione è emersa dal convegno dal titolo “Terra dei fuochi. La linea di partenza”, organizzato a Francolise (Caserta) dall’Ordine Nazionale dei Biologi (Onb), che ha riunito 200 iscritti nella sala conferenze dell’Agriturismo Borgorosa. “La scienza che non si occupa della tutela della salute umana – ha affermato in apertura dei lavori Vincenzo D’Anna, presidente dell’Onb, come riportato dall’Ansa – non è la scienza del futuro. Abbiamo deciso di affrontare il tema dell’inquinamento ambientale direttamente nei territori dove si verificano queste emergenze.

L’intossicazione da metalli pesanti può essere combattuta con l’uso di prodotti di questa terra, come il grano autoctono, ricco di selenio, che disattiva sostanze tossiche come il mercurio e le fa espellere attraverso le feci, diminuendo il rischio di infiammazione. “La Terra dei fuochi – ha detto Andrea Del Buono, medico ricercatore – deve diventare la terra del riscatto. Per disintossicarsi dai metalli pesanti non esiste un ingrediente magico, ma è necessario un corretto stile di vita, anche in relazione all’alimentazione. Bisogna abituarsi quotidianamente a saper utilizzare correttamente gli alimenti”.

Dunque, come ci si può disintossicare nelle aree inquinate? “Bisogna pensare ai metalli – ha detto il biologo Armando D’Orta – come se fossero dei biomarcatori del territorio e agli alimenti come dei farmaci con cui curarsi. Con una dieta adeguata è possibile aumentare ciò che le cellule espellono dal corpo. Quindi, scegliendo dei cibi adatti da ciascun territorio, è possibile fare prevenzione. La dieta detox consiste in un sistema oncostabilizzante e immunoprottettivo. Nella pratica, vengono utilizzati alimenti con bassi fattori di crescita a prevalenza di proteine vegetali, grani antichi realmente mediterranei e germogli. Si evidenzia, inoltre, l’importanza dell’utilizzo dell’estratto di frutta e verdura per preparare in casa un prodotto ricco di fitocomplessi (vitamine), minerali e cellule staminali vegetali (germogli). Un vero e proprio elisir di lunga vita” conclude D’Orta.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post