La Genovese secondo Cannavacciuolo. Ricetta segretissima: il trucco dello chef

La Genovese, piatto tradizionale della cucina napoletana, preparata con il trucco dello chef stellato Antonino Cannavacciuolo è da leccarsi i baffi

Antonino Cannavacciuolo
Antonino Cannavacciuolo (foto da Instagram @antoninochef)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Nelle strade di Napoli, specialmente la domenica, si possono distinguere nettamente due tipici profumi sprigionati dalle cucine delle buone massaie partenopee. Si tratta senza dubbio del ragù e della famosissima genovese, uno dei piatti più amati e su cui si testano le capacità culinarie di ogni cuoca.

La Genovese è un condimento per la pasta bianco, solitamente i maccheroni, a base di cipolle e carne che richiede una lunga preparazione e soprattutto di tanto amore.

Il suo sapore inconfondibile e unico è riuscito ormai a travalicare i confini all’ombra del Vesuvio fino a farsi conoscere in ogni parte del mondo quasi al pari della pizza o di altre specialità napoletane.

Grazie ai trucchi dello chef Antonino Cannavacciuolo è possibile cimentarsi nella preparazione di questo prelibato piatto con la certezza di ottenere un risultato eccellente che farà innamorare i propri ospiti già alla prima forchettata.

La Genovese, ricetta segreta di Antonino Cannavacciuolo

Antonino Cannavacciuolo ha voluto rivelare i suoi segreti per la preparazione della Genovese, uno dei piatti principali e più appetitosi della tradizione culinaria napoletana.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Antonino Cannavacciuolo
Pasta con la Genovese (foto da AdobeStock di Vincenzo De Bernardo)

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

  • 400 g di pasta
  • 10 cipolle bianche
  • 200 g di manzo
  • 50 g di Parmigiano
  • Mezza carota
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.

PROCEDIMENTO

Per preparare una gustosissima Genovese seguendo i trucchi di Antonino Cannavacciulo bisogna innanzitutto dedicarsi alla cottura della carne. In una casseruola mettete a rosolarla insieme alle cipolle tagliate a fette e alla mezza carota.

Aggiungete mezzo bicchiere d’acqua e fatela appassire lasciando che continui la sua cottura a fuoco dolce coprendo la casseruola con un coperchio. In questo modo la cipolla infatti, grazie al vapore trattenuto all’interno della pentola, diventerà molto più tenera e sarà pronta in poco tempo.

Quando le cipolle avranno raggiunto la giusta consistenza spegnete il fuoco e togliete la carne mettendola da parte. In abbondante acqua salata fate cuocere la pasta, preferibilmente i maccheroni, e scolatela ancora al dente.

Trasferite la pasta nella pentola delle cipolle e fate saltare in modo da farla insaporire per bene. Dopo aver aggiustato di sale e pepe servitela in un piatto aggiungendo i pezzettini di carne e spolverate con del Parmigiano grattugiato.

Antonino Cannavacciuolo genovese
Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli (Foto da Instagram @antoninochef)

La carne della Genovese può essere mangiata anche da sola, per un secondo piatto dal sapore unico, in questo caso è doveroso accompagnarla con un buon pane casareccio.