La Molisana annuncio a sorpresa, in Molise punta sull’economia circolare

L’azienda storica nata nel 1912 è oggi tra i maggiori leader sul mercato per la produzione di pasta con un fatturato di 185mln di euro. 

La Molisana acquisizione ex zuccherificio Molise
Dott. Giuseppe Ferro (Ufficio stampa La Molisana)

Dal 1912 la piccola azienda molisana è cresciuta a dismisura tanto da essere definita oggi una tra le più grandi realtà del settore con un fatturato di 185milioni di euro a dicembre 2021.

Nel 2011, il Pastificio molisano è stato acquisito dalla famiglia Ferro cha ancora dopo ben quattro generazioni si impegna con passione alla produzione di semole di grano duro di altissima qualità.

Si tratta per la storica azienda di un passo avanti visto la grande credibilità che hanno i Ferro a livello mondiale nella selezione delle migliori qualità di grano provenienti non solo dall’Italia.

Specifichiamo che però l’azienda pastaia nonostante l’acquisizione conserva la sua italianità presidiando l’intera filiera, dal chicco di grano alla tavola. Oggi vengono prodotti circa 200 diversi formati, tra pasta di semola, integrale e pasta all’uovo, con gamme prodotto diverse a seconda del canale di distribuzione intercettato.

Anche l’export è molto importante e oggi la voce export è pari al 42% del fatturato aziendale con Canada, USA, Brasile, Spagna e Giappone tra i principali Paesi toccati.

Forte di questa sua struttura solida interna, l’azienda ha deciso pochi giorni fa di compiere un gesto che ha risuonato a livello nazionale per la portata della sua ricaduta. Un modo per fare economia circolare e dare vita ad un ambiente che altrimenti sarebbe stato abbattuto.

La Molisana acquisisce ex zuccherificio del Molise

Ma a cosa ci riferiamo? L’acquisizione di buona parte della struttura industriale dell’ex zuccherificio di Termoli, da parte de La Molisana, ha suscitato una positiva reazione.

pesto alla siciliana ricetta base
Un piatto di pasta condito con il pesto alla siciliana (Foto di marysckin AdobeStock)

Sono infatti stati acquistati i silos esistenti nello stabile dismesso per immagazzinare il grano e che a suo tempo adoperati per il deposito dello zucchero.

Vivranno una nuova vita anche numerosi capannoni da riadattare però in base alle nuove esigenze dei proprietari. La motivazione risiede nella volontà di continuare ad investire nella propria terra reinvestendo sul territorio per dagli una nuova possibilità di crescita.

Giuseppe Ferro, amministratore delegato de La Molisana ha così motivato la scelta aziendale: “La posizione strategica dell’ex zuccherificio, adiacente la ferrovia, crea un vero e proprio snodo intermodale cruciale che facilita l’approvvigionamento della materia prima dalle regioni limitrofe”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Nuovo logo Barilla, l’azienda cambia dopo 66 anni. Ecco la nuova versione minimal

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da PastaLaMolisana (@pastalamolisana) 

“Data l’importanza che oggi assume la logistica nel nostro comparto industriale avremo vantaggi in termini di efficienza ed efficacia grazie alla facilità del trasporto su gomma e rotaie e, auspicabilmente, anche su mare”.

Ferro però penda anche ai nuovi posti di lavoro che questa operazione comporterà sul breve periodo, molti giovani che avranno la possibilità di restare a casa, in Molise”.