La vitamina D aiuta contro obesità, diabete e colesterolo

La vitamina D aiuta contro obesità, diabete e colesterolo

L’assunzione di supplementi di vitamina D potrebbe aiutare i bambini obesi a perdere peso. Circa un terzo dei bambini americani sono in sovrappeso o obesi e la stragrande maggioranza consuma diete prive di minerali e vitamine cruciali, tra cui la vitamina D.

I modi più fondamentali e più sicuri per prevenire e combattere l’obesità nei bambini sono una dieta sana e piani di esercizio fisico, ma alcune famiglie potrebbero senza dubbio usare un piccolo aiuto. Un nuovo studio greco ha collegato una dose giornaliera di vitamina D a tassi più bassi di obesità, livelli di colesterolo migliori e una riduzione delle masse corporee complessive.

I bambini obesi e in sovrappeso hanno molte più probabilità di diventare adulti obesi e in sovrappeso, esponendoli a maggiori rischi per malattie cardiache, diabete e persino cancro. Non c’è davvero alcun sostituto alle diete nutritive bilanciate e attività fisica regolare. Ma il peso e la perdita di peso sono problemi chiave per la salute e, di conseguenza, gli scienziati stanno gradualmente scoprendo di più sui ruoli delle vitamine. Alcune di queste ricerche hanno suggerito che le persone con più grasso della pancia possono essere carenti di vitamina D.

Non averne abbastanza dai raggi solari potrebbe lasciarli con le ossa più deboli e il sistema immunitario più debole.  Le diete ricche di cibi ricchi di vitamina D, come il pesce e il latte, possono avere effetti protettivi contro il diabete, la caduta dei capelli e il cancro, per non parlare del miglioramento dell’umore. Anche la luce solare irradia la vitamina D, quindi uscire dall’esterno può aiutare a ripristinare la carenza di D.

Nonostante questi semplici modi di ottenere la sostanza nutritiva nel corpo, la maggior parte degli americani non ha abbastanza vitamina D.  In effetti, alcune stime suggeriscono che ben il 40% della popolazione americana è carente di vitamina D.  E potrebbe essere un problema ancora più grande tra i bambini.  Uno studio ha rilevato che sette su dieci bambini negli Stati Uniti hanno bassi livelli di vitamina D.

I ricercatori della Medical School dell’Università di Atene hanno studiato 232 bambini obesi nel corso di un anno. Circa la metà dei bambini ha ricevuto quotidianamente capsule di vitamina D. L’altro 115 ha un placebo.  I bambini che ricevevano integratori regolari avevano una massa corporea più bassa, percentuali più basse di grasso corporeo e livelli di colesterolo migliori alla fine dello studio di 12 mesi rispetto ai bambini che avevano ricevuto un placebo.

Aiutando a combattere i fattori di rischio nella prima parte della vita, “questi risultati suggeriscono che una semplice supplementazione di vitamina D può ridurre il rischio di sovrappeso e obesità nei bambini che sviluppano gravi complicazioni cardiache e metaboliche in età avanzata”, ha affermato la dott.ssa Evangelia Charmandari. Lei e il suo team non hanno ancora stabilito il profilo di sicurezza degli integratori a lungo termine di vitamina D per i bambini, ma lei dice che intendono testare i potenziali benefici delle capsule per bambini e adolescenti che hanno già sviluppato ipertensione e colesterolo.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post