L’aceto come detersivo: i mille usi per igienizzare casa, pentola e…

L’aceto come detersivo: i mille usi per igienizzare casa, pentola e verdura

di Ivana Tramontano

L’aceto è un prodotto che non manca mai in casa. Oltre ad essere utilizzato come condimento, l’aceto può essere utilizzato come detersivo naturale. Scopriamo insieme i mille usi dell’aceto.

Con l’aceto si può realizzare un detergente per interni molto efficace. Fate scaldare dell’acqua e poi unite aceto, limone, un poco di alcool e la buccia di un’arancia o qualche goccia di olio essenziale. Una volta che si sarà raffreddato filtrate la miscela con un colino e conservate in un contenitore di plastica con lo spuzzino. Potrete vaporizzare questo detergente fai date su pavimenti, piatti, sanitari e molto altro. Evitate di utilizzare l’aceto su marmo e parquet perché si potrebbero rovinare.

Potete applicare l’aceto bianco direttamente sulle piastrelle, i rubinetti del bagno o della cucina, i box doccia e lasciate agire per qualche minuto; dopodiché, passateci sopra una spugnetta non abrasiva e poi risciacquate con la stessa, imbevuta di acqua calda:

Se volete igienizzare e deodorare gli scarichi della cucina e del bagno, versatevi un bicchiere di aceto bianco all’interno e lasciate agire mezz’ora prima di risciacquare abbondantemente.

Se avete una pentola incrostata, riempite il fondo con aceto puro e mettete sul fuoco per alcuni minuti. L’aceto ammorbidirà lo strato bruciato che potrete facilmente rimuovere con una spugnetta.

Per disincrostare la lavatrice fate un lavaggio a vuoto a 90°C aggiungendo una miscela composta da 2 bicchieri di aceto e 4 litri di acqua.

Per lucidare le superfici in legno mescolate una parte di aceto bianco con due parti di olio d’oliva.

Per pulire a fondo frutta e verdura e liberarla dai residui di antiparassitari, lavatele con una soluzione costituita da 2 cucchiai di aceto bianco per mezzo litro di acqua.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post