Lasagna impeccabile: i 3 segreti di cucina per un risultato strabiliante!

0
16
lasagna, segreti

Lasagna impeccabile: vi sveliamo 3 segreti di cucina degli esperti per un piatto tutto italiano dal risultato strabiliante

la lasagna, i segreti
Equilibrare i condimenti significa avere una lasagna ben cotta, con una struttura ben salda

 

La lasagna rappresenta l’Italia in tutte le sue forme ed è un caposaldo di tutta la tradizione gastronomica del paese. Alla bolognese, al pesto, con prosciutto e funghi, al salmone, conquista tutti per il suo sapore e l’inconfondibile morbidezza e croccantezza. A volte però commettiamo degli errori involontari che la fanno seccare eccessivamente, oppure che donano al risultato finale delle caratteristiche che ci lasciano insoddisfatti. Scopriamo insieme allora i 3 segreti di cucina per preparare una lasagna appetitosa e strabiliante

 

LEGGI ANCHE: Come riutilizzare i fogli di lasagna avanzati: 3 idee veloci e gustose

 

Lasagna impeccabile: i segreti della cottura per un primo piatto sorprendente

Realizzare un piatto a base di lasagna non richiede doti culinarie eccelse o preparazioni elaborate, ma bisogna prestare attenzione e qualche piccolo dettaglio che fa la differenza. Scopriamo insieme allora i 3 segreti di cucina degli esperti per fare una lasagna appetitosa e perfetta

  1. La scelta della pasta: la sfoglia che andiamo a scegliere quando prepariamo la lasagna è sicuramente uno degli ingredienti essenziali per ottenere un primo piatto senza errori. In commercio troviamo sfoglie al banco frigo fresche, che non necessitano di cottura e vanno direttamente assemblate in teglia, ma ne troviamo anche di secche. Molti di noi non usano dare una leggera cottura alla sfoglia e questo potrebbe compromettere quella in forno. Se abbiamo della pasta secca, sbollentiamola 1 solo minuto in acqua bollente non salata e poi scoliamola ed asciughiamola su dei canovacci da cucina. In questo modo, la nostra sfoglia sarà già ammorbidita ed in forno sarà più difficile che si secchi.
  2. La quantità del condimento: il passaggio in cui andiamo a condire la pasta con il sugo o il condimento scelto è molto importante al fine di ottenere un risultato umido, alto e che mantenga la struttura giusta. Un classico ragù ad esempio, dovrà risultare piuttosto compatto ed asciutto, in modo da umidificare la pasta quanto basta. Utilizzare sughi troppo liquidi o ricchi di grasso, non solo ammorbidirebbe troppo la sfoglia facendola inevitabilmente spezzare quando la si taglia, ma non riuscirebbe più a mantenere la sua ‘architettura‘, crollando. Equilibriamo il ragù con il formaggio e la besciamella, ricordandoci sempre di iniziare a condire gli angoli. Se avessimo terminato il sugo e risultano troppo ‘scoperti‘, per non farli seccare aggiungiamo una noce di burro per ognuno. In cottura si scioglierà mantenendo morbida la pasta.
  3. Non cuocerla troppo: la lasagna è un piatto di per sé già pronto nella sua cottura. Bisogna solamente far amalgamare insieme tutti gli ingredienti e permettere alla sfoglia di pasta di ammorbidirsi ed assorbire il tutto. Cuociamola per un massimo di 20 minuti e copriamo sempre la teglia con fogli di carta di alluminio, scoprendola solo gli ultimi 7 minuti. In questo modo la superficie non brucerà ma creerà quella crosticina golosa e croccante tipica della lasagna che fa venire a tutti l’acquolina in bocca!

Seguite anche voi questa semplice guida per preparare una lasagna perfetta dai risultati sorprendenti!