Latticini sì o no? Benefici e controindicazioni dei derivati del latte

Latticini sì o no? il dibattito continua. Quando bisogna assumerli e quando andrebbero rimossi dall’alimentazione?

Budino di yogurt e fiori di sambuco
budino di yogurt

Sicuramente uno tra i temi più discussi nel campo dell’alimentazione riguarda il consumo di latticini in età adulta. C’è chi ritiene che siano da rimuovere dall’alimentazione perchè poco sani per il nostro organismo e chi, invece, ritiene opportuno che facciano parte della nostra dieta. Gli esperti sono spesso divisi riguardo a questo argomento, vediamo perchè.

LEGGI ANCHE -> Besciamella senza latte: solo due ingredienti per una risultato sorprendente 

Latticini sì o no?

Inutile dire come negli ultimi anni l’alimentazione abbia raggiunto un ruolo centrale in campo medico e come vari modelli di diete vengano diffusi su riviste, social ecc.

Torta allo yogurt
Torta allo yogurt -foto instagram

Alcuni esperti sostengono che siano essenziali come fonte di calcio, indispensabile per mantenere le ossa sane soprattutto in menopausa. Una forte carenza di calcio può portare all’osteoporosi.

In questo momento storico, dove la crisi ambientale è un problema veramente serio, il consumo di carne va limitato: 2 volte a settimana la carne bianca, una volta quella rossa, per questo è necessario trovare delle fonti di proteine alternative come i legumi ed i latticini.

Per le persone intolleranti al lattosio i latticini sono altamente sconsigliati in quanto causa di coliti e disturbi intestinali, ma anche per i non intolleranti ci sono diverse cose a cui prestare attenzione:  aumentano la ritenzione idrica e la produzione di gas intestinali.

LEGGI ANCHE -> Ciambellone al latte

I latticini contengono sodio, fondamentale per il nostro organismo, ma non bisogna abusarne poichè un eccesso di questo minerale può causare ipertensione e problemi al cuore.

Inoltre i derivati del latte contengono grassi, ma è bene fare delle distinzioni perchè la quantità è molto variabile. I più pesanti sono la burrata, la bufala e la ricotta di pecora.

Ma se si è vegani o intolleranti come si possono sostituire?

  • Calcio: è necessario bere due litri di acqua al giorni ed aggiungere delle tisane. Ma il calcio è presente anche nelle verdure a foglia larga come il cavolo, gli spinaci, i carciofi ecc.
  • Proteine: i legumi sono degli ottimi sostituti della carne nella cucina vegetale. Ceci, fagioli, lenticchie hanno un elevato contenuto di proteine  e sono anche ricchi di calcio
  • Grassi buoni: la frutta secca ha un alto contenuto di grassi buoni, ovvero quei lipidi che fanno bene al nostro organismo, inoltre è una fonte di calcio e proteine.

Insomma i latticini possono essere inseriti con moderazione nella nostra dieta, nel caso in cui si voglia passare ad un regime vegetale è bene consultare un esperto per capire come sostituire carne e derivati animali nel migliore dei modi, senza avere alcun tipo di carenza.