Lavastoviglie, gli errori più comuni da non fare mai

La lavastoviglie è una fida alleata in cucina in quanto ci permette di pulire piatti, posate, pentole e bicchieri senza fatica e nel giro di poco tempo. Ci sono però alcuni errori molto comuni che spesso si commettono nel suo utilizzo. Scopriamo insieme quali sono.

lavastoviglie errori comuni
Gli errori più comuni da non commettere con la lavastoviglie (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Torta alle mele, la versione super light senza grassi e poche calorie. Da provare!
  2. Insalata di mare, la ricetta che porta a tavola il profumo autentico dell’estate
  3. Calamari ripieni al profumo di limone, un secondo piatto da leccarsi i baffi! Pronto in pochi minuti

La lavastoviglie è una di quelle innovazioni che hanno semplificato di gran lunga la vita nella cucina. Infatti non serve più sacrificarsi per lavare piatti, posate, pentole, posate o padelle: fa tutto questo elettrodomestico!

La sua invenzione risale al 1886 grazie all’intuizione di Josephine Cochrane che ideò un sistema di pulizia di stoviglie azionato manualmente tramite pompe.

Molto tempo è passato dalla prima creazione e produzione di tale elettrodomestico e ad oggi, le lavastoviglie di ultima generazione nel giro di pochissimo tempo lavano ed asciugano qualsiasi utensile da cucina.

Vi sono però numerosi errori comuni che si nascondono dietro l’angolo e che sarebbe meglio evitare: andiamo a scoprire insieme quali sono.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Lavastoviglie, gli errori più comuni da non fare mai

Non usare il sale

L’acqua possiede in sé alte dosi di calcare ed a lungo andare, questo sostanza danneggia irreparabilmente i tubi ed i meccanismi della lavastoviglie.

Inoltre in fase di pulizia, il calcare potrebbe comparire sui piatti lasciando sgradevoli aloni. Per ovviare a tale problematica basterà usare il sale.

sale lavastoviglie
Sale fino (Canva)

Basterà infatti aggiungere un cucchiaino di sale per ogni lavaggio in modo da ammorbidire l’acqua all’interno della lavastoviglie ed evitare dunque la formazione di calcare.

Esistono sul commercio diversi sali specifici per quest’operazione ma ve li sconsigliamo altamente in quanto va più che bene il comunissimo sale da cucina. 

Posizionare la lavastoviglie vicino al frigorifero

La lavastoviglie, così come la maggior parte degli elettrodomestici, produce notevole calore durante la sua fase di lavorazione.

Posizionarla dunque a fianco del frigorifero, elettrodomestico che emette aria fredda, è una scelta poco azzeccata.

Questo poiché l’escursione termica non farà lavorare in modo adeguato né uno né l’altro oggetto richiedendo quindi uno sforzo maggiore e consumando maggiore energia.

Non usarla a pieno carico

Così come per lavatrice ed asciugatrice, non usare a pieno carico la lavastoviglie è un errore madornale poiché comporta uno spreco ingente di corrente e risorse idriche.

Se si ha bisogno di una stoviglia in particolare si dovrà fare un piccolo sforzo e lavarla a mano. Così facendo sia il nostro portafogli che l’ambiente in generale ci ringrazieranno.

Non utilizzare la modalità ECO

Tutte le lavastoviglie di ultima generazione ma anche alcune di quelle un po’ più antiquate dispongono della modalità ECO, ovvero un funzionamento che limita il dispendio di acqua ed energia durante il lavaggio.

lavastoviglie errori comuni
Fare il carico in lavastoviglie (Canva)

Molte persone sono abbastanza restie nell’utilizzo di questo programma in quanto credono che non pulisca bene i piatti come nelle modalità normali.

Si tratta però di una falsa credenza: il programma ECO impiega l’acqua fredda per il lavaggio e perciò il risultato è ancora migliore rispetto ad una modalità normale.