‘Le Iene’ scoprono l’elisir di lunga vita in Giappone

‘Le Iene’ scoprono l’elisir di lunga vita in Giappone
LA PREPARAZIONE

L’isola di Okinawa, in Giappone, è famosa per contare tra la sua popolazione un gran numero di persone centenarie. L’uomo più anziano del mondo, Masazo Nonaka, è morto all’età di 113 anni.

Nadia Toffa, inviata de ‘Le Iene’ ha fatto visita al popolo di questa terra nipponica per scoprire l’elisir di lunga vita. Nel suo servizio sulla longevità del popolo giapponese, Nadia Toffa ci ha raccontato che più di 69mila persone centenarie sono concentrare soprattutto a Okinawa. A quanto pare tutto merito di Foxo3, un gene buono che aiuta la longevità: i tre punti cardine della salute sono un buon metabolismo, relazioni sociali e una mentalità positiva. Nadia Toffa ha parlato di questa “dieta miracolosa” con Krai Wilcox che da anni studia lo stile di vita e l’alimentazione dei nonni giapponesi: “L’elemento più importante sono le verdure a foglia verde e quelle a radici gialle assieme a pesce e cibi derivati”, spiega lo studioso. “Hanno proprietà anti cancerogene, ci sono iodio, calcio e un sacco di fibre. E i grassi acidi Omega3”.

Alla base della dieta giapponese c’è la patata dolce, ricca di antiossidanti, e poi il tè, che combatte le infiammazioni, infine le alghe e i fagioli di soia. Ma tra i segreti di una lunga vita anche il pensare positivo, l’attività fisica. Tra i fattori di rischio il fumo, un basso livello di istruzione e il non essere sposati: “Se sei un maschio e non sei sposato è un fattore di rischio di morte prematura – ha concluso Wilcox -. Perché gli uomini non sono in grado di seguire uno stile di vita sano”.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post