Le persone che camminano velocemente vivono più a lungo

Le persone che camminano velocemente vivono più a lungo

di Ivana Tramontano

I camminatori veloci possono vivere più a lungo a prescindere dal loro peso, suggerisce un nuovo studio condotto dalla Leicester University.

I ricercatori hanno analizzato i dati su 474.919 persone con un’età media di 52 anni nella Biobanca britannica tra il 2006 e il 2016. Hanno trovato donne che hanno camminato velocemente con un’aspettativa di vita di 86,7-87,8 anni, e gli uomini che hanno tenuto il passo avevano un’aspettativa di vita di 85,2-86,8.

I pedoni lenti avevano prospettive molto più cupe: le donne avevano un’aspettativa di vita di 72,4 anni e gli uomini di 64,8 anni, se erano più tranquilli nei loro movimenti.

Ciò non significa che i camminatori veloci vivano più a lungo – il rapporto dimostra solo una correlazione, non una causa-effetto – ma gli esperti suggeriscono che la velocità può essere un modo crudo per i medici di giudicare la salute generale dei loro pazienti insieme ad altri test.

Non è certo il primo studio a sostenere la velocità della camminata come un fattore che sembra determinare la nostra salute. Nel 2013, i ricercatori statunitensi hanno scoperto che il passo a piedi era legato a un minor rischio di malattie cardiache e una maggiore aspettativa di vita.

Nel 2018, uno studio dell’Università di Sydney ha rilevato che il ritmo della camminata fino a una “velocità media” potrebbe ridurre il rischio di morte prematura di un quinto. Il nuovo studio aggiunge semplicemente peso ai risultati del passato, ma  consente ai medici di prescrivere sistematicamente una camminata più veloce ai loro pazienti.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post