Le sostanze chimiche presenti nei cosmetici causano la pubertà precoce

Le sostanze chimiche presenti nei cosmetici causano la pubertà precoce

Le sostanze chimiche trovate nel profumo, nel dentifricio, nello shampoo e nelle creme per il corpo possono far sì che le ragazze attraversino presto la pubertà.

Secondo una nuova ricerca la sostanza chimica chiamata dietil ftalato, usata in profumi e cosmetici potrebbe portare le ragazze ad iniziare la pubertà mesi prima rispetto alla media.

I giovani hanno anche iniziato i loro periodi precocemente dopo essere stati esposti al metilparaben – una sostanza chimica che si trova nelle lozioni per il corpo e nelle creme per le mani.

I ricercatori dell’Università della California hanno monitorato circa 200 ragazze dalla nascita fino all’adolescenza e hanno controllato i segni della pubertà ogni nove mesi tra i 9 e i 13 anni.

Si ritiene che le sostanze chimiche a cui sono stati esposti influenzino l’estrogeno dell’ormone sessuale femminile, innescando precocemente l’adolescenza. 

I risultati sono significativi perché le donne che attraversano la pubertà precocemente sono a maggior rischio di cancro al seno e alle ovaie.

Lo studio ha rilevato che i bambini hanno iniziato la pubertà prima se le loro madri erano state esposte al triclosan, che si trova in alcuni salviette antibatteriche e dentifricio. 

La sostanza chimica è stata misurata nell’urina della madre tra le 14 e le 27 settimane di gravidanza. 

Le figlie di donne con i livelli più alti sono andate avanti in media quattro mesi prima.

E le figlie di donne con i più alti livelli di dietil ftalati hanno sviluppato peli sul corpo circa sei mesi prima, rispetto a quelli con il livello più basso.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Human Reproduction, ha anche trovato collegamenti con il propilparaben – che è usato nei profumi – e sostanze chimiche contenenti cloro, che appaiono nei cosmetici negli Stati Uniti.

L’autore principale della ricerca, la dottoressa Kim Harley, della University of California, Berkeley, ha affermato che le sostanze chimiche presenti nei prodotti per la cura della persona interferiscono con gli ormoni naturali del nostro corpo, come gli estrogeni “.

“Sappiamo che l’età in cui inizia la pubertà nelle ragazze è stata anticipata negli ultimi decenni e una teoria è che le sostanze chimiche nell’ambiente potrebbero svolgere un ruolo. 

“Si tratta di una questione importante da affrontare in quanto la pubertà precoce nelle ragazze aumenta il rischio di problemi di salute mentale e comportamenti a rischio da adolescenti – oltre al cancro al seno e alle ovaie.

Che cosa sono parabeni, BPA e triclosan? 

Cosa sono i parabeni?

I parabeni sono sostanze chimiche che distruggono gli ormoni, e vengono usati come conservanti in prodotti per la cura della pelle, cosmetici e nei prodotti per capelli.

Essi imitano gli estrogeni e possono causare cancro, aumento di peso e riduzione della massa muscolare.

Cos’è il BPA?

Il cosiddetto Bisfenolo A (BPA) reagisce con i recettori degli estrogeni e degli ormoni tiroidei ed è stato collegato a infertilità, autismo, ADHD, obesità, diabete di tipo 2, nascite premature e inizio precoce della pubertà.

I timori per la salute hanno spinto il BPA a essere sostituito con il suo “sostituto più sano” bisfenolo S (BPS), tuttavia, l’evidenza suggerisce che il BPS interrompa lo sviluppo del bambino nel grembo materno.

L’esposizione al BPA, che si trova anche nel rivestimento dei cibi in scatola, causa anche la stessa infiammazione e le stesse variazioni dei batteri intestinali nei topi che si verificano nei pazienti con colite di Crohn e ulcerosi.

Cos’è il triclosan?

Triclosan, una sostanza chimica aggiunta ai prodotti per la cura personale per prevenire la contaminazione batterica, è stata collegata alla riduzione della salute del cuore e di una tiroide iperattiva.

Viene aggiunto ai saponi antibatterici, ai lavaggi per il corpo, ai dentifrici e ai cosmetici, così come ad alcuni vestiti, mobili e giocattoli.

Triclosan ferma anche le infezioni che rispondono agli antibiotici, che possono contribuire alla crisi di resistenza.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post