Lievito madre, il trucco per farlo e rinfrescarlo. Non ne farai più a meno

Lievito madre, vediamo come realizzarlo e conservarlo in casa per non ricorrere ai lieviti industriali. Ecco il procedimento.

Pane fatto in casa
Come fare il pane in casa

Il lievito madre viene anche chiamato pasta acida naturale ed è un composto fatto principalmente di acqua e farina. E’ molto semplice da preparare e conservare in casa ed è un’ottima soluzione se non si vuole ricorrere ai soliti lieviti industriali.

Per prepararlo sono necessari solamente acqua, farina di tipo 2 ed un cucchiaio di miele. Vediamo allora come realizzarlo e conservarlo.

Il lievito madre si impiega in tutti i casi in cui non si vuole ricorrere ai lieviti industriali. Vediamo gli ingredienti necessari per prepararlo: 100 grammi di farina di tipo 1 o 2, 50 grammi di acqua ed un cucchiaino di miele.

Per prima cosa mettete la farina in una ciotola e poco alla volta aggiungete l’acqua e impastate fino a una consistenza morbida ma non appiccicosa. Dopodiché tracciate una croce sul panetto per facilitare la fermentazione

LEGGI ANCHE -> Torta senza lievito, pronta in poche mosse con soli 3 ingredienti: la merenda perfetta per i bimbi!

Preparazione e conservazione del lievito madre

A questo punto prendete un barattolo di vetro pulito e asciutto e mette il panetto a riposare, sigillando il barattolo con della garza o con un panno di cotone e lasciate riposare per due giorni

Pane senza impasto ricetta veloce da fare a casa
Pane a fette (Foto di Mariana Kurnyk da Pexels)

Passato questo tempo aprite il barattolo, togliete il lievito madre dal barattolo e mettetelo in una ciotola. Potete eliminare la part superiore del lievito che si sarà leggermente indurita.

A questo punto, nella ciotola dove avete messo il vostro lievito preparato due giorni prima, aggiungete di nuovo 100 gr di farina, 50 gr di acqua e il cucchiaino di miele ed impastate fino ad ottenere un composto liscio.

Prendete un barattolo un po’ più grande, posizionate il composto all’interno e chiudete con della carta da cucina e lasciate a riposare per due giorni. Superate le 48 ore, ripetete il procedimento con un’accortezza: aggiungete tanta farina quanto è il peso del vostro lievito madre (es. 150 gr lievito madre -> 150 gr di farina), mantenendo sempre il rapporto 2:1 tra la farina e l’acqua.

Una volta che avrete re impastato il vostro lievito con le aggiunte di acqua e farina mettetelo in un barattolo grande e chiudetelo con il coperchio. D’ora in avanti ogni due giorni per un mese dovrete ripetere lo stesso procedimento, ma lasciando il lievito all’interno di un barattolo in frigo.

Dopo 30 giorni il vostro lievito alimentare sarà pronto per essere utilizzato.