Liquore di sambuco: un’antica ricetta della nonna

Liquore di sambuco: un’antica ricetta della nonna

di Ivana Tramontano

Il liquore di sambuco è una bevanda alcolica da servire dopo il caffè, dal sapore delicato e dall’aroma avvolgente. Un liquore che saprà stupire i vostri commensali. Ecco come si prepara in casa.

Ingredienti:

1 l di alcool
300 g fiori di sambuco
5 scorzette limone non trattato
1 l di acqua potabile
1 kg zucchero semolato

Preparazione

Raccogliete i fiori di sambuco o acquistateli in erboristeria. Lavateli e eliminate i gambi più duri.

Versate l’alcool in un barattolo di vetri, unite i fiori di sambuco e le scorzette di limone. Chiudete ermeticamente e fate riposare in un luogo fresco e asciutto per 10 giorni.

Ogni giorno girate il barattolo un paio di volte.

Trascorso il tempo di riposo, versate l’acqua in una scodella con lo zucchero, portate ad ebollizione e fate bollire per un paio di minuti.

Spegnete il fuoco e fate raffreddare del tutto.

Aggiungete lo sciroppo di zucchero all’alcool aromatizzato, mescolate bene, chiudete e fate riposare ancora 1 giorno.

Filtrate il liquore con un colino di garza e imbottigliate, fate riposare almeno per 20 giorni prima di servire.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post