Liquore Vov




10 minuti min
4 persone porzioni
Difficoltà
Facile
Cottura
10 minuti min

Ingredienti
 
6 tuorli d'uovo
 
400 gr di latte
 
100 gr di alcool
 
300 gr di zucchero
 
150 gr di marsala
Procedimento

PRESENTAZIONE

Il Vov è un liquore al sapore di zabaione che fu ideato nel 1845 da Gian Battista Pezziol, pasticcere di Padova, specializzato nella produzione del torrone, alimento che richiede solo l’uso dell’albume. Allora il pasticciere decise di impiegare i tuorli insieme al marsala, all’alcol e allo zucchero per realizzare uno zabaione liquoroso che fu denominato vov, termine che in veneto sta ad indicare le uova. Nel corso della seconda guerra mondiale il Vov venne fornito alle truppe in battaglia per via delle sue conosciute proprietà energizzanti, caloriche e ricostituenti. Attualmente è molto utilizzato nelle zone di montagna, ma può essere utilizzato anche nella preparazione di dolci. Il Vov è molto apprezzato anche all’estero e in particolar modo in Russia.

ThinkstockPhotos-160055037

INGREDIENTI

6 tuorli d’uovo

400 gr di latte

100 gr di alcool

300 gr di zucchero

150 gr di marsala

PROCEDIMENTO

Prendete una pentola capiente e riempitela per 1/3 di acqua; mettete un pentolino più piccolo che vada perfettamente all’interno della pentola, ma senza che tocchi l’acqua, in modo da far cuocere a bagnomaria i tuorli con lo zucchero che metteremo nel pentolino più piccolo. Montate con una frusta amano i tuorli in modo da ottenere un composto chiaro e spumoso, poi uniamo il latte, la vanillina, il marsala e continuate a montare con la frusta. Mescolate per 5 o 6 minuti, fino a raggiungere la temperatura di 90°C (se avete un termometro da cucina).

Fate raffreddare per bene il composto e aggiungete l’alcol, amalgamate il tutto, versate in una bottiglia sterilizzata e mettete in frigo fino a quando non dovrà essere utilizzato per i vostri scopi culinari o ricreativi ed energizzanti.

Conservate il liquore di crema all’uovo in un posto fresco e asciutto, ad esempio in frigorifero. Una volta aperto è consigliabile consumarlo entro 3 o 4 settimane al massimo.

Altre Ricette Buonissime

Commenta