Listeria, nuova morte sospetta ad Alessandria: in corso l’indagine epidemiologica

Si allunga la lista di persone coinvolte all’interno delle morti sospette per Listeria, l’ultima ha coinvolto un uomo di 83 anni. Sono in corso tutti gli accertamenti per capire se il decesso è collegato al batterio. 

80enne muore soffocato boccone carne Napoli
Ambulanza (Foto di @pockerworks.info)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Sono ore drammatiche per la famiglia che ha perso il padre di 83 anni a fine settembre forse per colpa della Listeria.

Come riportato dall’Ansa, la figlia della vittima ha richiesto alle autorità sanitarie dove si trova il cadavere dell’uomo, di eseguire un’indagine epidemiologica e fare dei campionamenti sui cibi ingeriti nei giorni prima del ricovero.

Pare infatti che questi avrebbe mangiato anche wurstel crudi. Il signore, di cui non è stato riferito alcun nome per motivi di privacy, era stato ricoverato d’urgenza presso l’azienda ospedaliera di Alessandria dopo un primo accesso al reparto di Neurologia di Novi Ligure per accertamenti diffusi.

Gli accertamenti svolti finora sul paziente avrebbero evidenziato un’infezione da Listeria, ma serve la tipizzazione del ceppo prelevato a Novi per confermare si tratti del ceppo St 155 di Listeria, fatale per altre tre persone“. Si legge sempre sull’Ansa.

Gli altri tre decessi fanno riferimenti a quelli avvenuti tra dicembre 2021 e giugno 2022 rispettivamente in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna.

Ma che cosa sta succedendo in giro per il mondo ed in Italia? Cerchiamo di fare chiarezza.

Listeria in Italia: un altro morto, cosa succede?

Nello specifico il Sistema di Allerta Rapido per Alimenti e Mangimi (Rasff) della Commissione europea ha segnalato che un possibile focolaio è in atto in Italia, nello specifico riscontrato in alcuni lotti di wϋrstel a base di carni avicole prodotti dalla ditta veronese Agricola Tre Valli – IT 04 M CE.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Cibi a rischio Listeria Iss avverte
Cibi a rischio Listeria (Foto @sportellodeidiritti.org)

La presenza è stata confermata anche da campionamenti effettuati presso lo stabilimento”, si legge nella nota del Ministero della Salute.

La Listeria è un batterio presente nel suolo, sull’acqua e nelle piante e può arrivare a contaminare diversi alimenti, tra cui latte, verdura, formaggi molli con muffa in superficie.

Ma anche patè, latte crudosalmone affumicato, salumi poco stagionati ed i cibi poco cotti, senza dimenticare però anche frutta verdura cruda.

Fino a quando l’allarme Listeria in Italia non sarà rientrato, il Ministero della Salute consiglia di consumare alimenti esclusivamente cotti anche solo per pochi minuti a fuoco vivo.

Tramezzino salmone e maionese (screen salute.gov.it)

Serve però anche lavarsi le mani, prima e dopo la preparazione dei cibi ed infine lavare accuratamente i taglieri e gli utensili usati ma anche verdura e frutta, anche prima di essere sbucciate.