Listeriosi, scoppia l’allarme: presente il virus nei salumi, ci sono già…

Listeriosi, scoppia l’allarme: presente il virus nei salumi, ci sono già due morti

LA PREPARAZIONE
di Marco

Listeriosi, scoppia l’allarme: presente il virus nei salumi, ci sono già due morti e l’azienda produttrice è stata chiusa

Listeriosi salumi allarme
Salumi: allarme listeriosi, ci sono già due morti

Ci sono tracce di Listeria monocytogenes nei prodotti della Wilke Waldecker Fleisch- und Wurstwaren GmbH & Co. KG, marchio di identità “DE EV 203 EG”. Il comunicato dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare tedesco ha subito fatto scattare l’allarme. L’azienda ha infatti ritirato immediatamente tutti i lotti che erano stati messi sul mercato. Si tratta, però, di prodotti che venivano commercializzati in tutto il mondo e per questo non sarà un’impresa semplice. Ma non è tutto: l’ufficio veterinario del distretto dell’Assia di Waldeck-Frankenberg, sito al Nord della Germania, ha anche messo i sigilli all’azienda in seguito alla registrazione di diversi casi di Listeria proprio negli ultimi giorni. Un fenomeno molto preoccupante che adesso sta spaventando l’intera popolazione tedesca. Al momento, si contano già 37 persone contaminate proprio dalla Listeria monocytogenes che gli analisti hanno trovato nei salumi messi in vendita.

Listeriosi: già due morti, panico in Germania

Non solo 37 persone già contaminate, in Germania si contano anche già due morti. Due persone che hanno perso la vita proprio a causa della listeriosi che, probabilmente, potrebbe essere stata contratta coi prodotti commercializzati dal salumificio. E infatti proprio per questo motivo la fabbrica è stata chiusa. Le indagini sono ancora in corso e pertanto non è ancora certo. Ma dove sono stati rilevate queste cellule? Nel salame della pizza e nella salsiccia bollita. Al momento, tutti i paesi dell’Unione Europea sono stati allertati per scongiurare il peggio. La contaminazione è più facile di quanto si possa pensare. In Italia, tuttavia, non si è ancora registrato alcun caso che possa rimandare a quanto successo in Germania. Piccolo sospiro di sollievo, sì, ma resta comunque l’allerta per una notizia che è a dir poco sconvolgente.

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post