Lo sciroppo d’agave meglio dello zucchero tradizionale

Lo sciroppo d’agave meglio dello zucchero tradizionale

Ogni dieta che si rispetti esclude o riduce drasticamente l’utilizzo o il consumo di zuccheri raffinati. Ma per dare un tocco di dolcezza alla vostra tavole potrete usare lo sciroppo d’agave, ricavato da una specie di cactus originario dell’America Centrale e che può essere acquistato anche nei supermercati vicino casa.

La linfa presente in questa pianta è un ottimo dolcificante che apporta non solo dolcezza ma anche benefici al nostro organismo. Il primo aspetto positivo è che possiede un basso indice glicemico, quindi può essere usato come dolcificante naturale anche da parte dei diabetici che non devono però abusarne.

Si tenga presente che lo sciroppo d’agave ha un potere dolcificante superiore allo zucchero, in quanto costituito per il 90% circa da fruttosio e per il 10% da glucosio. Si tratta di un prodotto naturale e biologico al 100% e contiene minerali tra cui ferro, calcio, potassio e magnesio.

Lo sciroppo d’agave è ipocalorico e conta oltre 60 calorie ogni 100 grammi, 16 per ogni cucchiaio. Il carboidrato principale dello sciroppo d’agave si chiama inulina ed è perfetto per abbassare il colesterolo e i trigliceridi. Ma non è solo il vantaggio che apporta alla nostra salute.

Grazie ai suoi nutrienti è in grado di inibire la crescita di batteri patogeni come Esterichia coli, Listeria, Salmonella, Shigella. Ripulisce le arterie grazie alla presenza di vitamine A, del gruppo B, C e sali minerali come fosforo e ferro e proteine. Lo sciroppo d’agave aiuta a prevenire alcune malattie come l’osteoporosi, rafforza il sistema immunitario ed è amico dell’intestino. L’inulina e le fibre contenute nello sciroppo fanno bene all’intestino e lo proteggono facilitando la digestione e aumentando la flora batterica.

Inoltre è privo di glutine è può essere consumato tranquillamente dai pazienti celiaci. Può essere conservato per 3 anni ed ha un costo contenuto: una confezione da 25 cl in media costa meno di 5 euro. Ma accertatevi di acquistare sempre un prodotto di alta qualità.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post