Luchi fritto bengalese, la ricetta tradizionale delle focaccine senza lievito

Luchi o loochi è un pane di farina bianca fritto in olio, facile da cucinare a casa. Si tratta di un tradizionale pane soffiato fritto in stile bengalese, vediamo la ricetta passo passo. 

Luchi pane fritto bengalese ricetta veloce
Luchi (Instagram @mitiyor)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La cucina bengalese, in particolare del Bangladesh, li ama immensamente. Queste focaccine senza lievito e fritte nell’olio di semi sono esattamente quello che fa il pane Pita nella cultura greca.

Il procedimento è simile ma non c’è lievito e latte in questa versione indiana. Lo si conosce con vari nomi, luchi, loochi o puri, ma questo cambia molto rispetto alla zona in cui lo si produce e consuma.

Si prepara in appena 20 minuti senza troppa manualità. Non occorre neppure attendere la lievitazione dell’impasto visto che non è presente il lievito nella lista degli ingredienti.

Vediamo ora tutti i passaggi salienti pe questa ricetta esotica ma che la globalizzazione e le forti immigrazioni di stranieri in Italia hanno permesso di conoscere negli ultimi anni.

Ingredienti e procedimento del luchi bengalese

Tradizionalmente sono preparati solo con farina 0, ma se vuoi dargli un tocco sano, puoi aggiungere anche un pò di farina integrale per un risultato più soffice.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Suchandra (@su_kitchen_tales) 

INGREDIENTI

  • 1 tazza di farina bianca
  • 6 cucchiai d’acqua calda per impastare
  • 1 cucchiaio d’olio
  • 15 g di burro
  • ½ cucchiaino di sale

PROCEDIEMENTI (circa 20 min)

Setacciare insieme in una terrina farina e sale, aggiungere il burro incorporandolo al resto degli ingredienti. Aggiungere quindi un pò alla volta l’acqua calda e lavorare con le mani fino ad avere un impasto consistente e omogeneo.

Dividere l’impasto in sei pezzi, dando ad ognuno parte una forma sferica che poi andrà tirata con le mani per dargli una forma simile ad una focaccina spessa un dito e larga circa 10 cm di diametro.

Friggere queste sfoglie, una per una, in olio caldo abbondante, girandole per dorarle da tutte due le parti. Per questa operazione serviranno circa 5 minuti a panetto.

Estrarle dalla padella servendosi di due forchette e far sgocciolare l’olio in eccesso su della carta assorbente per qualche minuti. Servire il pane caldo anche se in molte zone del Paese lo si preferisce anche freddo.

Zuppa ceci, lenticchie e cavolo nero ricetta inverno
Zuppa ceci, lenticchie e cavolo nero (Foto di Harald Walker AdobeStock)

Nella stagione calda aggiungete il sale all’impasto solo in una fase finale di lavorazione dopo l’acqua, questo infatti potrebbe creare un impasto colloso difficilmente digeribile.

La cucina bengalese ama servire questo pane con una zuppa di lenticchie e cavolo nero, oppure con della maionese di barbabietola rossa super cremosa per un risultato super.