Lutto nel mondo della cucina: il grande chef ci ha lasciati

Una nuova morte improvvisa ha stroncato uno giovane chef si 47 anni, era nativo di Milano ma si era trasferito a Trento ormai da anni. Amici e colleghi piangono la sua morte.

Gianni Pasolini chef morto tumore 47 anni dettagli
Gianni Pasolini (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Aveva compiuto 47 anni lo scorso 16 aprile, era quindi un giovane chef nel fiore della sua crescita personale anche se da tempo aveva potuto dar vita vita a suoi grandi progetti e sperimentazioni soprattutto nel mondo del vino.

Amici e colleghi, nonché la compagna e la madre, lo piangono con amarezza. Lo chef si è spento l’11 giugno alle 2.30 sotto gli occhi della famiglia che si era presa cura di lui fino all’ultimo.

Sembra che il tumore lo avesse colpito ormai 3 anni fa, la neoplasia maligna che lo aveva colpito aveva però accelerato il suo percorso fino alla morta sopraggiunta pochi giorni fa.

Al momento non si sa nulla dei funerali, la data non è ancora stata comunicata. Vediamo però chi era Gianni Pasolini.

Gianni Pasolini, ecco chi era lo chef milanese malato da tempo

Sommelier Professionista con lunga esperienza nel mondo del vino e nella comunicazione”: così si descriveva sulla sua pagina Facebook “Vino Tube”.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

10 chef mondiali più seguiti Instagram classifica
Chef stellato (Foto di Friends Stock AdobeStock)

Milanese di nascita ma trentino di adozione, Gianni era socio del ristorante Due Spade, la cui gestione aveva in carico assieme ad Andrea Coluccia ed allo chef Simone Bordignon.

Enologo esperto ed ottimo sommelier, nella sua carriera aveva collaborato con aziende vinicole di pregio e organizzato eventi e gestito la comunicazione di molte realtà del settore.

Per un po’ aveva tenuto una rubrica su un quotidiano online di Trento. La scomparsa di Pasolini ha gettato nello sconforto tutti quanti lo avevano conosciuto e avevano saputo apprezzarne le doti umane e professionali.

Social media manager e agente. Brand ambassador e ristoratore. Esperto di marketing e grande appassionato di vino. Sommelier e amico di tutti noi”, così lo raccontano alla Cantina Vivallis presso cui lavorava in questi ultimi mesi.

Su Facebook così ha voluto salutare Gianni:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianni Pasolini (@vinotube)

La gioia di vivere, il passo svelto, gli occhiali rossi e una parola buona per tutti. Impegnato, sorridente, discreto e premuroso. Un vulcano di idee con la mente sempre in moto perché, dicevi, non c’è tempo per fermarsi. Hai combattuto come un leone, strappando alla vita tutto quello che poteva offrirti, vivendo le giornate con pienezza e spensieratezza fino all’ultimo. Che la tua sapiente e innata leggerezza e voglia di vivere ci insegnino a non dare mai nulla per scontato! Buon viaggio Gianni, un brindisi alla tua salute.