Malfatti agli Spinaci e Salvia

PREPARAZIONE: 1 ora COTTURA: 5 minuti
Malfatti agli Spinaci e Salvia: la preparazione

PRESENTAZIONE

E’ un piatto tipico lombardo, consiste in delle palline dal colore verde in questo caso, sembrano gnocchi ma non lo sono.

I malfatti si preparano in tanti modi,  la ricotta nell’impasto spesso viene sostituita dal mascarpone,o ancora con la mollica di pane.

I  Malfatti agli Spinaci con Salvia, sono un piatto economico, dal sapore delicato e morbidi al palato, solitamente vengono conditi con sughi semplici, ecco perché li facciamo in bianco per farvi assaporare completamente il  sapore unico dei malfatti.

Diamoci da fare.

ThinkstockPhotos-516505639

INGREDIENTI

  • 1 1/2 di spinaci
  • 400 g di ricotta
  • 300 g di farina
  • 1 cipolla grande
  • 150 g di parmigiano
  • 3 uova
  • noce moscata
  • salvia in foglie
  • 150 di burro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

PROCEDIMENTO

Lavate gli spinaci e puliteli, avendo cura di eliminare le radici.

Prendete un tegame antiaderente e mettete i spinaci ad appassire, lasciateli raffreddare.

Una volta freddi strizzateli e tritateli o frullateli con in minipimer. Prendete di nuovo un tegame e saltate gli spinaci con una noce di burro, facendoli raffreddare nuovamente.

In una ciotola mettete la ricotta, unite le uova un bel pizzico di sale, il pepe, la noce moscate e 50 g di parmigiano.

Aggiungete ora gli spinaci al composto e amalgamate il tutto. Fate ora delle palline un po ovali e passatele nella farina.

Lasciate i malfatti a riposare per circa un ora  su un vassoio infarinato.

A parte, ora prendete un altro tegame, dove metterete la cipolla tritata finemente insieme al burro e la salvia e fate cuocere lentamente, occhio però perché  il burro fa presto a bruciarsi.

In una pentola portate a bollore l’acqua per la cottura dei vostri malfatti, e al bollo buttateli giù.

Scolateli con lo scola pasta e deponete nel tegame con il burro, mantecate con il parmigiano e il restante burro e le foglie di salvia.

Sono pronti da servire.

Buon Appetito.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post

Malfatti agli Spinaci e Salvia

Malfatti agli Spinaci e Salvia
LA PREPARAZIONE

PRESENTAZIONE

E’ un piatto tipico lombardo, consiste in delle palline dal colore verde in questo caso, sembrano gnocchi ma non lo sono.

I malfatti si preparano in tanti modi,  la ricotta nell’impasto spesso viene sostituita dal mascarpone,o ancora con la mollica di pane.

I  Malfatti agli Spinaci con Salvia, sono un piatto economico, dal sapore delicato e morbidi al palato, solitamente vengono conditi con sughi semplici, ecco perché li facciamo in bianco per farvi assaporare completamente il  sapore unico dei malfatti.

Diamoci da fare.

ThinkstockPhotos-516505639

INGREDIENTI

  • 1 1/2 di spinaci
  • 400 g di ricotta
  • 300 g di farina
  • 1 cipolla grande
  • 150 g di parmigiano
  • 3 uova
  • noce moscata
  • salvia in foglie
  • 150 di burro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

PROCEDIMENTO

Lavate gli spinaci e puliteli, avendo cura di eliminare le radici.

Prendete un tegame antiaderente e mettete i spinaci ad appassire, lasciateli raffreddare.

Una volta freddi strizzateli e tritateli o frullateli con in minipimer. Prendete di nuovo un tegame e saltate gli spinaci con una noce di burro, facendoli raffreddare nuovamente.

In una ciotola mettete la ricotta, unite le uova un bel pizzico di sale, il pepe, la noce moscate e 50 g di parmigiano.

Aggiungete ora gli spinaci al composto e amalgamate il tutto. Fate ora delle palline un po ovali e passatele nella farina.

Lasciate i malfatti a riposare per circa un ora  su un vassoio infarinato.

A parte, ora prendete un altro tegame, dove metterete la cipolla tritata finemente insieme al burro e la salvia e fate cuocere lentamente, occhio però perché  il burro fa presto a bruciarsi.

In una pentola portate a bollore l’acqua per la cottura dei vostri malfatti, e al bollo buttateli giù.

Scolateli con lo scola pasta e deponete nel tegame con il burro, mantecate con il parmigiano e il restante burro e le foglie di salvia.

Sono pronti da servire.

Buon Appetito.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post