Maltempo, le ripercussioni sulla spesa degli italiani

Maltempo, le ripercussioni sulla spesa degli italiani

Il freddo e il gelo degli ultimi giorni stanno danneggiando i raccolti con conseguenti ricadute sui prezzi di frutta, verdura e ortaggi.

L’ondata di maltempo sta causando ripercussioni sulla spesa degli italiani, ma sta causando problemi anche in altri Paesi europei e dell’Africa settentrionale. “Nei campi – precisa la Coldiretti – è corsa contro il tempo per raccogliere le produzioni prima che vengano distrutte dal gelo ma lo sbalzo termico ha inevitabilmente un impatto anche sull’aumento dei costi di riscaldamento delle produzioni in serra. Diversa la situazione per le produzioni frutticole, sia quelle già raccolte, come mele, pere, kiwi, che quelle in fase di raccolta, come gli agrumi, con prezzi all’origine per i produttori molto bassi, inferiori a quelli dello stesso periodo del 2018, o addirittura bassissimi nel caso delle clementine, su valori inferiori ai 20 centesimi di euro al chilogrammo”.

In queste condizioni sono possibili speculazioni che colpiscono produttori e consumatori o frodi con il prodotto di importazione spacciato per prodotto nazionale. Onde ottenere il miglior rapporto prezzi qualità e aiutare il proprio territorio e l’occupazione, il consiglio della Coldiretti è quello di verificare l’origine nazionale, acquistare prodotti locali che non devono subire grandi spostamenti, comprare direttamente dagli agricoltori nei mercati o in fattoria. Inoltre è utile ricordare che non serve cercare il prodotto esteticamente perfetto: a volte qualche piccolo difetto estetico è sinonimo di qualità e non altera le proprietà nutrizionali dei prodotti agricoli.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post