Nutella, se hai questo disturbo non la devi mai mangiare. Cosa succede al tuo corpo

Cosa succede se mangi 250 g di Nutella tutti giorni? Ce lo spiegano i medici nutrizionisti, attenzione massima può essere davvero rischioso per la tua salute. Ecco perchè. 

Nutella dose consigliata settimana motivo
Furgoncino crepes alla Nutella (Foto di Huy Phan da Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La sua origine la si fa risalire al 1964 ad Alba in Piemonte per la prima volta commercializzata in tutto il Paese. La sua idee originaria però iniziò ad essere nell’aria già a partire dagli anni Venti quando la famiglia Ferrero cercava ardentemente di creare un alimento da dare ai bambini malnutriti che non richiedesse troppo tempo nella sua realizzazione.

La Nutella all’inizio era chiamata Giandujot e aveva la consistenza di un burro solido venduto nella stagnola che si vendeva a peso e si tagliava a fette per arricchire i panini.

Nel 1951 venne lanciato il prototipo della Supercrema che sostituiva il burro di cacao pesante e corposo del precedente prodotto, con una miscela di oli vegetali molto facili da lavorare e che facevano diventare la crema alla nocciole spalmabile e facilmente utilizzabile su pane e torte,

Il successo della Nutella è stato tale che dal 5 febbraio 2007 grazie alla food blogger americana Sara Rosso è stata istituita anche una festa internazionale che la celebra in tutto il mondo, il World Nutella Day.

Milioni gli estimatori su tutto il globo di questa incredibile crema che è anche quella più copiata da piccole medie industrie dolciarie. Oggi sembra che quasi tutte le famiglie italiane abbiano almeno un vasetto di Nutella in casa abusandone molto spesso, anche con profonde cucchiaiate prese direttamente dal barattolo.

Quanto fa male però la crema in questione consumata tutti i giorni? Celo dicono gli esperti, dobbiamo fare molta attenzione per la nostra salute. Vediamo il perchè.

Nutella tutti i giorni? Per i medici è un “NO!”. Ecco perchè

Forse non vi siete mi davvero soffermati nel leggere l’etichetta posta sul retro della confezione, forse però dovreste iniziare a farlo. Ora spieghiamo il motivo.

Nutella bianca in arrivo 2022
Nutella (Instagram)

Nulla di così trascendentale, in etichetta è riportato tutto quanto i consumatori dovrebbero conoscere sul prodotto in questione, quindi anche sapere che non è un prodotto indicato a chi soffre di glicemia alta e colesterolo LDL impazzito.

Il prodotto originale contiene infatti una percentuale di nocciole pari ad appena il 13% mentre sono presenti 57% zucchero, 30% olio di palma, cacao amaro e latte scremato in polvere il restante 0,…%.

Questo significa che una porzione da 3 cucchiai da ministra pieni di Nutella (pari a 250 g) contengono 3,5 g di grassi saturi, che rappresentano il 18% del limite giornaliero e 21 g di zucchero, cioè circa 5 cucchiaini di zucchero bianco semolato (il peggiore in commercio).

Lo zucchero bianco inoltre causa non solo forti problemi al tratto digestivo, come pesantezza, stanchezza cronica, colite, diarrea, stipsi oltre ad alzare la glicemia nei soggetti più deboli.

Crepes alla Nutella arrotolate ricetta veloce
Crepes alla Nutella arrotolate (Foto di viennetta14 AdobeStock)

La porzione consigliata è di 15 g di Nutella due volte massimo la settimana, per cui il contributo calorico complessivo ammonta a 81 kcal.

Limitare l’assunzione di prodotti industriali dolciari è l’unica soluzione per mantenere uno stile di vita sano e longevo senza ripercussioni in termini di cattiva salute e disturbi cronici sul lungo periodo.