Mangostano; proprietà, benefici e controindicazioni

Mangostano; proprietà, benefici e controindicazioni
LA PREPARAZIONE

Il mangostano è un frutto esotico che comincia a vedersi sugli scaffali di alcuni supermercati e nei migliori negozi di frutta e verdura. E’ un frutto di origine orientale dalla buccia di colore verde, quando i frutti non sono ancora maturi, di colore viola quando sono giunti a maturazione. Le sue proprietà benefiche sono da tempo conosciute nella medicina popolare, ma gli studi scientifici stanno approfondendo le conoscenze solo di recente.

Il mangostano è costituito per l’81% di acqua ed è ricco di minerali quali calcio, fosforo, potassio, rame, zinco, manganese e ferro. Contiene vitamine A, del gruppo B, C ed E. La maggior parte dei benefici del frutto sono riconducibili all’attività dei composti antiossidanti che sono in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare e contrastare l’azione dei radicali liberi.

Antitumorale – Le proprietà fitoterapiche sono legate alla presenza di xantoni, sostanze dall’importante potere antiossidante, utilissime nel combattere i radicali liberi e nel contrastare l’invecchiamento, soprattutto quello della pelle, e il cancro al colon.

Antidepressivo – I tannini ed i polifenoli presenti nel mangostano stimolano l’organismo a produrre sostanze come serotonina e dopamina, che aiutano a regolare il sonno e facilitano il buon umore.

Salute della pelle – Il mangostano è utile per combattere acne e brufoli. A tal fine si possono diluire due o tre cucchiai di succo diluiti con un po’ di acqua oppure usare unguenti a base di questo frutto. Inoltre migliora la tonificazione della pelle, stimola il ricambio cellulare ed è utile in estate per rendere la pelle meno esposta ai danni dei raggi Uv.

Salute cardiovascolare – Contiene alti livelli di magnesio che aiuta a controllare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Controindicazioni – Non sono previste particolari controindicazioni, ma il buon senso spinge a non eccedere con le quantità come per qualsiasi alimento. Una dose eccessiva potrebbe interferire in rari casi con la coagulazione del sangue. Chi assume farmaci anti coagulanti deve consumare il mangostano con cautela ed eventualmente rivolgersi al medico.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post