Melanzane fritte troppo unte e mollicce? Il trucco semplicissimo per non rovinare tutto

Sembrerà banale, ma ci sono dei semplicissimi errori che andrebbero evitati se non si vogliono servire delle melanzane unte. Vediamoli insieme, cucinarle da oggi avrà tutto un altro sapore!

Melenzane fritte come non farle unte trucchi cucina
Melenzane fritte (Foto @ricettaidea.it)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Sono ottime alla parmigiana, sott’olio, arrostite, a funghetto, ripiene, ma anche per farcire torte salate, muffin, per condire la pasta e ovviamente fritte.

Ormai è tempo di melanzane, l’estate è alle porte e con lei anche tutte quelle ricette che vedono questo amatissimo ortaggio come protagonista.

Siete però sicuri che il vostro metodo di cottura delle melanzane fritte sia sempre perfetto oppure qualche volta vi risultano particolarmente unte e mollicce?

Se alla frittura non potete proprio fare a meno, allora ecco alcuni trucchi ingegnosi che dovere rispettare per mangiare un prodotto ottimale che non solo è buonissimo da gustare ma anche non fa male alla salute.

Vediamoli insieme, sono delle vere chicche tecniche a cui non rinuncerete più se siete dei buongustai come noi!

Melanzane fritte troppo unte e mollicce: ecco cosa non fare

Sembrerà banale, ma ci sono dei semplicissimi errori che andrebbero evitati se non si vogliono servire delle melanzane unte. Quello che maggiormente frega in cucina sono spesso degli errori banali e frettolosi, oppure l’abitudine che porta non cercare invece la giusta tecnica per arrivare alla perfezione.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

melanzane siciliane
Melanzane tagliate a fette della stessa dimensione (Foto da pexels di polina-kovaleva)

Innanzitutto il primo passaggio è quello di acquistate le melanzane di qualità al mercato. Devono sempre essere belle sode e compatte e non presentare macchie scure o bianche sulla superficie esterna.

Constatato questo, vanno poi lavate sotto acqua corrente, tagliate e asciugate con della carta assorbente da cucina. Il primo errore da non fare mai è quello di non aggiungere sale per far loro perdere acqua di vegetazione ed il retrogusto amaro prima della frittura.

Tagliateli semplicemente a fette della stessa dimensione e distribuitele su un piatto, appoggiateci sopra un tovagliolo di carta assorbente, coprite con un peso e lasciatele per 30-40 minuti.

In questo modo faranno uscire ugualmente il sale contenuto al loro interno ma non si asciugheranno eccessivamente come invece succede se si aggiunge sale in superficie.

Passiamo ora alla frittura vera e propria. Solitamente le melanzane si friggono in olio caldo, serve pertanto una materia prima ottima, un olio di qualità superiore come l’olio di semi di arachide o girasole alto oleico.

Accendete l’olio e solo quando questo è a temperatura vanno fritte le melanzane. Non lasciatele nell’olio non caldo perchè rischiate che impiegheranno più tempo a cuocersi e non solo assorbiranno più olio.

Ricordatevi inoltre di girarle a metà cottura, quando saranno cotte. L’altro errore che non dovete fare e metterle su un piatto senza far asciugare l’olio in eccesso.

versare olio friggere ricetta guanti caleni
Versare olio per friggere (Foto di RODNAE Productions da Pexels)

Usate sempre della carta assorbente marrone per fritto e non dei banali tovaglioli di carta che trattengono l’olio e lo riversano poi nelle melanzane. La carta invece fa scolare l’olio e questo resta sul foglio regalandovi un prodotto ottimale ricco di gusto.

Salate le vostre melanzane a piacere quando sono ancora belle calde.