Melograno, perchè mangiarlo? Un toccasana per l’autunno tutto da assaporare

Nella simbologia cristiana il melograno rappresenta l’energia vitale, espressione dell’esuberanza della vita, e significa fecondità, abbondanza, amore ardente, carità, umiltà.

Melograno acerbo pericoloso salute
Melograno (Foto da Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il melograno è un frutto conosciuto sin dall’antichità per le sue proprietà simboliche e terapeutiche. Nella simbologia cristiana il melograno rappresenta l’energia vitale, espressione dell’esuberanza della vita, e significa fecondità, abbondanza, amore ardente, carità, umiltà.

Composto per il 78 % di acqua, l’1,2 % di grassi, 1,8 di proteine, il 4% di fibre, il 13,5 % di zuccheri e lo 0,5 % di ceneri. Ricco di sali minerali come potassio, zinco, rame, fosforo, magnesio, calcio, selenio e sodio.

Contiene inoltre le vitamine A, del gruppo B, C, E, K e J, oltre a flavonoidi e antiossidanti di varia natura che gli valgono l’appellativo di frutto della medicina.

Il melograno favorisce la rigenerazione cellulare, contrasta l’azione dei radicali liberi, aiuta a prevenire forme tumorali e mantiene la pelle giovane. Basti pensare che un singolo frutto contiene circa il 48% del fabbisogno quotidiano di vitamina C. Quindi è anche molto utile per aumentare le difese immunitarie in vista dei malanni invernali.

È un frutto consigliatissimo anche per chi segue una dieta ipocalorica: 100 grammi dei suoi arilli (chicchi) significa dare al proprio corpo circa 83 calorie. Aiuta persino ad abbassare il colesterolo se consumato quotidianamente e protegge il cuore dalla formazione di placche aterosclerotiche.

Grazie alla presenza di tannino il succo del melograno ha anche proprietà astringenti ed è quindi utile in caso di diarrea.

In più è consigliato come antidepressivo in quanto il suo succo stimola i recettori della serotonina. Infine secondo un articolo apparso sul Journal of Urology il succo di melograno è molto utile nel trattamento della disfunzione erettile.

Succo di melograno, perchè berlo tutti i giorni? Vi sveliamo il perchè

Il miglior modo per assumere il melograno è berne il succo. La dose consigliata è di un bicchiere da 25 cl al giorno. L’assunzione è assai consigliata anche alle donne che cercano una gravidanza: il succo di melograno è in grado di apportare tutto l’acido folico necessario in questa fase della vita femminile.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

cuocere spinaci non mangiarli freddi
Spinaci cotti in padella con pollo e melograno (kaboompics da Pixabay)

Ecco, quindi, perchè è consigliato bere il succo di melograno in questo periodo di transizione dall’autunno all’inverno:

  • Ricco di antiossidanti: riduce il rischio di aterosclerosi e rende perfetta la pelle del vostro corpo grazie la presenza di vitamina C;
  • Aiuta la rigenerazione cellulare: grazie all’alto contenuto di acidi grassi essenziali, promuove la generazione cellulare e la riparazione della pelle.
  • Aiuta a prevenire le malattie cardiache: un consumo frequente di questo frutto, riduce le probabilità di un attacco di cuore e di ictus. Inoltre, grazie all’acido ellaico presente nel melograno, anche il colesterolo cattivo si abbassa drasticamente.
  • Aiuta a ridurre il rischio del cancro al seno: i polifenoli possono aiutare a prevenire la formazione delle cellule del cancro al seno attraverso l’inibizione dell’aromatasi.
succo di melograno come conservarlo proprietà
Il succo pronto da gustare (Foto di artoxana da Pixabay )
  • Allevia gli sbalzi d’umore soprattutto nelle donne (periodo pre ciclo): grazie alle vitamine A e C, alleviano o riducono gli sbalzi d’umore e le vampate di calore dovute alla menopausa.
  • Mantiene le ossa forti: un consumo frequente del melograno, aumenta il livello di calcio. Un’ottima cosa per la salute delle ossa e per la prevenzione dell’osteoporosi.