Con questo metodo conservi i cachi fino a 6 mesi: da provare assolutamente

Come avere frutti sempre disponibili in dispensa? Questo procedimento è facile e veloce e ci consente di avere sempre cachi ogni volta che ne abbiamo voglia. Vediamo come fare. 

Come conservare cachi freschi trucco tutto anno
Come conservare cachi freschi trucco (Pinterest)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

cachi, chiamati anche loti, sono dei frutti originari della Cina e del Giappone ma ampiamente diffusi anche nel Mediterraneo. Presentano una buccia sottile di un arancione acceso ed una polpa molle, succosa ed incredibilmente dolce, il frutto in sé è in realtà una bacca.

Se non maturato abbastanza risulta amarissimo e quasi immangiabile, ma una volta superata la fase di maturazione, il suo sapore ricorda il miele vellutato e goloso.

Forse molti non sanno che questo frutto particolare contiene tantissime e diverse proprietà con diversi benefici per la salute: fa benissimo al sistema digerente e aiuta la flora batterica in caso di stitichezza e coliti.

È essenzialmente composto da acqua e zucchero, ma non mancano di certo sali minerali quali potassiocalcio e fosforo, ideali per chi ha problemi alle ossa e vuole rinforzarli.

Sono carichi di vitamina C e vitamina A, e contengono circa 70 kcal per 100 grammi di prodotto. Questo frutto però è limitato al solo autunno, come poterlo avere commestibile tutto l’anno sempre in dispensa? C’è un trucco che forse dovreste conoscere, è facile e tutto home made.

Come conservare i cachi freschi correttamente a casa, trucco facilissimo

Si possono raccogliere ancora acerbi quando presentano un colore giallino e conservare in cantina al fresco fino a 3 mesi. In alternativa si possono preparare sott’olio!

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Cachi sott'olio ricetta casalinga
Cachi sott’olio (Pinterest)

INGREDIENTI per 4 vasetti

  • 8 cachi
  • Origano secco qb.
  • Olio extra vergine di oliva qb.
  • 1 litro di aceto di vino bianco
  • 1 litro di vino bianco
  • Olio evo per i vasi qb.

PREPARAZIONE (circa 13 ore)

La prima cosa da fare p lavare i cachi ancora gialli e tagliarli a fettine sottili di 4-5 mm usando una mandolina. In una pentola mettere a scaldare aceto e olio e appena iniziano a formarsi le prime bolle versare le fette di caco in modo che queste siano coperte fino all’ultimo strato.

Dopo 3 minuti di orologio spegnere il fuoco e scolare le fette in uno scolapasta, quindi distribuirle su dei canovacci puliti senza sovrapporle. Tamponare le fette con altri canovacci e lasciarle ad asciugare almeno 12 ore.

Trascorso il tempo procedere ad invasare i vasetti: mettere un filo d’olio sul fondo e quindi 5 fette di caco, poi origano e procedere nuovamente con l’ordine elencato sopra.

Sigillare i vasetti e capovolgerli per permettere all’aria di bloccare il tappo e creare il sottovuoto. Disporre i vasetti in un luogo fresco e asciutto fino a 12 mesi. Sono ottimi consumati anche molto tempo dopo la loro preparazione.